Zen XL, la doccia impossibile di Megius allarga il suo orizzonte Zen XL, la doccia impossibile di Megius allarga il suo orizzonte
Design

Zen XL, la doccia impossibile di Megius allarga il suo orizzonte

Scritto da Redazione |

13 Dicembre 2019

La tensione verso un progresso costante e lo sviluppo di nuovi accorgimenti tecnici ed estetici sono due capisaldi della filosofia Megius, azienda leader da oltre 40 anni nel settore dell’arredamento bagno e impegnata da sempre nell’ideazione di soluzioni benessere per la vita quotidiana.

In questo contesto di continua innovazione si colloca Zen, la doccia impossibile, diventata da due anni ormai un punto di riferimento nell’universo della cabina doccia scorrevole, poiché è stato raggiunto il punto più alto nella miniaturizzazione degli elementi di scorrimento.

A segnare oggi un ulteriore passo nell’evoluzione di Zen è il cambiamento del paradigma tecnico, cioè la miniaturizzazione con un orizzonte tecnico maggiore: Zen XL ha infatti un profilo di scorrimento alto solo 22 mm perché al suo interno permette l’alloggiamento del dispositivo di chiusura e apertura rallentata, che migliora la sensazione e il comfort dell’anta in movimento, amplificandone l’eleganza.

Aumenta anche lo spessore del vetro, in quanto tutta la serie Zen XL è realizzata con vetro temperato da 8 mm, dove la presenza dei profili è ridotta all’essenziale in maniera tale da poter esaltare ancor di più le trasparenze del vetro.

Altri accorgimenti tecnici che arricchiscono ancor di più questa elegante cabina doccia sono la possibilità di sganciare l’anta in caso di pulizia sebbene non ci sia sovrapposizione dei vetri tra la parte fissa e la parte scorrevole, il frangiflutto di contenimento acqua alla base con il sistema “nolook” per l’applicazione del silicone di rifinitura e la possibilità di inserire anche in un secondo momento una guarnizione a contenimento degli spruzzi di rimbalzo, che possono verificarsi in presenza di piatti doccia con poca inclinazione; come optional è prevista poi una coppia maniglie con interasse di 58 cm che donano una linea pulita ma ancor più solida alla cabina doccia.

La serie Zen XL propone inoltre finiture con profilo in alluminio cromo brillante, alluminio spazzolato e nero, in linea con la ricerca estetica attuale dei prodotti di design, mentre per quanto riguarda il vetro sono a disposizione le finiture riflettente, trasparente, mosaic white e crom.

Come finiture vetri optional è infine possibile applicare il trattamento antipresa dell’acqua Protective, facendo risultare così la lastra di vetro brillante e trasparente, o la tecnologia Tecnovetro, cioè una pellicola che, in caso di rottura del vetro, controlla la frammentazione della lastra, in modo da bloccare ogni dispersione delle piccole particelle createsi.

Vari modelli compongono la serie Zen XL, disponibile ad angolo scorrevole, con porta scorrevole in nicchia, oppure con un’anta scorrevole centrale: ne deriva così una proposta doccia concepita per allargare gli orizzonti, prestandosi a qualsiasi sfida all’interno delle moderne abitazioni domestiche oppure del mondo contract e dell’hotellerie, attraverso nuove e avanguardistiche soluzioni tecniche.

Questo articolo parla di:

Precedente

Domingo Salotti, alla scoperta del comfort Made In Italy

Successivo

Le Morandine, arte e design si incontrano nei vasi di Sonia Pedrazzini

Megius, l’eleganza discreta del nuovo Separè Lux
Design

Megius, l’eleganza discreta del nuovo Separè Lux

È pensata per portare un tocco di sofisticata eleganza tanto negli hotel più raffinati quanto nei contesti residenziali...

Superare il sisma, il nuovo Edificio Polifunzionale sul Gran Sasso
Architettura

Superare il sisma, il nuovo Edificio Polifunzionale sul Gran Sasso

Ricucire le ferite ancora aperte dopo il dramma del terremoto del Centro Italia nel 2016 attraverso una progettazione...

La lampada Clochef di Massimo Iosa Ghini per Leucos
Design

La lampada Clochef di Massimo Iosa Ghini per Leucos

Si chiama Clochef la lampada a sospensione disegnata da Massimo Iosa Ghini per Leucos che si è recentemente aggiudicata il Good...