Architettura

Vallepicciola, l’architettura organica che celebra il Chianti Classico

Marzo 14, 2022

scritto da:

Vallepicciola, l’architettura organica che celebra il Chianti Classico

 

Siamo nel cuore del Chianti Classico, tra vigneti e cantine che custodiscono un patrimonio vinicolo d’eccellenza e unico al mondo. Qui si trova Vallepicciola, realtà vitivinicola tra le più vaste del territorio con i suoi 105 ettari di vigneto e i 6000 metri quadri di struttura suddivisi su tre livelli.

L’architetto Margherita Gozzi, incaricata del progetto, è partita dal rispetto per il territorio per creare una sinergia dell’edificio con il paesaggio, puntando su valori di sostenibilità, efficienza e resistenza al tempo.

Per quanto riguarda i materiali, l’attenzione è stata rivolta alle diverse funzionalità che avrebbero assunto le varie aree della cantina, sia interne che esterne: la pietra è stata dunque utilizzata per realizzare il rivestimento della struttura, recuperandola dallo scasso per l’impianto dei vigneti; il legno è stato utilizzato prevalentemente nelle aree di accoglienza; il ferro e l’acciaio sono stati destinati per lo più ai piani di lavorazione. Altri materiali utilizzati sono il cotto, per alcune aree nobili, il clinker, una ceramica molto resistente, per le più grezze, destinate al passaggio di auto e mezzi pesanti.

Dal tetto, inoltre, sono stati ricavati dei prati, principalmente allo scopo di creare maggiore continuità con la natura che circonda la struttura.

L’aspetto della sostenibilità si esprime nel carattere a impatto zero dell’edificio, reso possibile dall’impianto a cippato con il quale è possibile riscaldare l’acqua, dall’impianto fotovoltaico per la produzione di energia elettrica e dall’impianto capace di recuperare l’anidride carbonica che si forma in cantina; in più, Vallepicciola è fornita di un ciclo di recupero degli scarichi nel quale confluisce l’acqua che, dopo essere stata depurata e filtrata, viene immessa in cisterne e riutilizzata per l’irrigazione.

All’interno della cantina, che ospita anche ambienti destinati all’hospitality, alle degustazioni e alle riunioni, il design è moderno e presenta uno stile più decorativo e accogliente.

Infine, dei tre piani di Vallepicciola due sono interrati, elemento fondamentale che identifica la struttura come un’architettura organica, inserita armonicamente nell’ambiente che la circonda.