Architettura

A Place To Esbjerg, una nuova idea di hotel (firmata BIG)

Gennaio 26, 2021
Avatar

scritto da:

A Place To Esbjerg, una nuova idea di hotel (firmata BIG)

 

La progressiva ibridazione delle forme dell’ospitalità è un processo in corso da anni e ultimamente, complici i cambiamenti epocali che stiamo attraversando, sta subendo un’accelerazione.

Per esempio, in Danimarca è in fase di lancio un nuovo concept di hotel che combina la sistemazione in una struttura alberghiera a servizio completo con appartamenti per soggiorni di breve durata, con l’obiettivo dichiarato di attrarre sia i turisti che i viaggiatori d’affari.

Si tratta del progetto A Place To, la cui prima manifestazione concreta si vedrà nel febbraio 2021 con l’apertura di A Place To Esbjerg, località d’interesse sulla costa occidentale danese: un complesso di 314 appartamenti e 117 monolocali, questi ultimi con una superficie media di 23 metri quadri e arredati dal marchio HAY, con angolo cottura e balcone privato.

A Place To Esbjerg includerà poi una serie di spazi sociali informali, oltre a uno sky-bar/caffè e a un ristorante gestito da dalla blasonata coppia Marie e Michael Rønnebæk-Rørth, già affermatisi con la loro cucina nel quartiere Nordhavn di Copenaghen.

Il nuovo hotel sarà progettato dallo studio danese Bjarke Ingels Group (BIG), leader nel settore dell’architettura, e sarà composto da tre blocchi, che raggiungeranno rispettivamente 34, 40 e 66 metri di altezza; offrendo una vista panoramica sul mare, gli ultimi nove piani dell’edificio di 66 metri saranno dedicati alla struttura alberghiera, pensata per offrire un’esperienza di ospitalità del tutto nuova.