Architettura

CURA, le unità di terapia intensiva di Carlo Ratti e Italo Rota contro il Coronavirus

Marzo 31, 2020
Avatar

scritto da:

CURA, le unità di terapia intensiva di Carlo Ratti e Italo Rota contro il Coronavirus

In risposta all’attuale pandemia di coronavirus, gli architetti italiani Carlo Ratti e Italo Rota hanno progettato CURA – Connected Units for Respiratory Ailments, un progetto per creare camere di terapia intensiva all’interno di container mobili che possono essere annessi alle strutture ospedaliere.

Le unità di CURA sono state progettate per dare vita a strutture temporanee che possono smontate rapidamente, come i classici ospedali da campo, ma dotate al tempo stesso di un maggiore livello di biocontenimento: realizzate all’interno di container ricondizionati lunghi 6,1 m, le capsule comprenderanno un sistema di ventilazione a pressione negativa e ciascuna di esse è concepita per aderire agli standard AIIRs (Airborne Infection Isolation Rooms).

Ogni unità di biocontenimento conterrà tutto l’equipaggiamento medico necessario a due pazienti e potrà lavorare come singola unità oppure essere connessa in varie configurazioni alle altre tramite una struttura gonfiabile per creare allestimenti con un maggior numero di posti letto.

Il primo prototipo sarà realizzato a breve presso uno degli ospedali di Milano.

Visual identity & graphic design: Studio FM milano.