Architettura

Giardinetto Hotel, lamatilde ridisegna le aree comuni

Novembre 11, 2022

scritto da:

Giardinetto Hotel, lamatilde ridisegna le aree comuni

 

Prendendo ispirazione dal contesto naturale e dallo stile lacustre delle architetture locali, lo studio lamatilde ha recentemente riprogettato le aree comuni dell’Hotel Ristorante Giardinetto sulle sponde del lago d’Orta.

Nel progetto architettonico di Giardinetto, lamatilde riporta infatti all’interno della struttura la cura artigianale per il dettaglio, la peculiare luminosità degli spazi e la presenza di elementi che richiamano i colori del paesaggio circostante, con le sue sfumature cromatiche. Il blu del lago e il verde dei boschi entrano così dalle ampie finestre e si riverberano negli spazi interni.

La progettazione si concentra sugli spazi interni tra la lobby di accoglienza e l’American Bar, con l’obiettivo di rendere gli ambienti più fluidi e i percorsi più evidenti, valorizzando gli spazi comuni della struttura. Gli accessi lungo la parete di separazione tra le due aree sono stati sottolineati con portali e accompagnati da un cambio colore della boiserie, in modo da rendere architettonico il gesto del passaggio.

Mentre nella lobby prevalgono i colori chiari e luminosi, l’American Bar ha un’atmosfera più soffusa, con superfici specchiate e tonalità meno squillanti.

L’elemento più connotante è la pavimentazione, caratterizzata dal disegno di una grande greca in grès porcellanato di Marazzi effetto marmo che alterna verde, bianco e nero. Il pattern ideato da lamatilde riprende il dettaglio geometrico delle pavimentazioni classiche ma reinterpretato in versione macro. Partendo dai pavimenti, il decoro si espande poi fino a coprire parte delle pareti, creando movimento dal punto di vista visivo ed esaltando la distribuzione degli ambienti.

Tutti gli arredi rispecchiano i toni verdi e blu del pavimento e del paesaggio esterno e sono customizzati per la struttura con finiture e rivestimenti ad hoc. Tra le aziende coinvolte nel progetto troviamo: Calligaris per gli sgabelli, le poltrone Coco e Quadrotta, le panche Atollo e i tavoli Atollo, personalizzati con top realizzato con piastrelle Marazzi, divani Chesterfield.

L’illuminazione include le scenografiche lampade a sospensione Zero Round di Panzeri, Bombo dell’azienda MILOOX, binari con faretti OTY e Plafone Bulb.

I banconi, sia della reception che del bar, sono divisi in due parti per alleggerire l’impatto visivo dell’allestimento mantenendo però la funzionalità degli stessi.

L’aggiunta del verde svolge infine una funzione sia di decorazione che di partizione degli spazi, con diverse specie di piante che richiamano il nome dell’hotel e la sua relazione con la natura circostante.