Architettura

Graziella Braccialini Store, il magico gioco di Emanuele Svetti

Settembre 24, 2021

scritto da:

Graziella Braccialini Store, il magico gioco di Emanuele Svetti

 

Nel cuore di Firenze, in via dei Calzaiuoli, è stato inaugurato a luglio il nuovo negozio Graziella Braccialini, la maison nata dall’unione fra l’arte della pelletteria dell’azienda fiorentina Braccialini e l’alta oreficeria dell’aretina Graziella Holding.

Il progetto, realizzato in tempi record, porta la firma dell’architetto Emanuele Svetti, che ha creato uno store moderno predisposto alla multicanalità.

Lo spazio è distribuito su due piani per complessivi 200 mq (130 mq di superfice commerciale) con un’ampia vetrina su strada.

Al primo piano si è colpiti dalla presenza di un elemento espositivo di forma totemica, composto da dadi da gioco sovrapposti, che immergono il cliente in un’esperienza fiabesca, che continua entrando nella sala attigua, dove una scacchiera si plasma sulla volta, lasciando cadere delle pedine seguono l’andatura curvilinea della volta stessa.

È poi una gigantesca trottola quella che campeggia al centro della stanza della collezione “Temi di Braccialini”: in questa sorta di “scatola magica” lo spazio è stato reso multidimensionale utilizzando due superfici specchianti posizionate una opposta all’altra, ed in particolare in questo caso sono il soffitto ed il pavimento a creare un’atmosfera di “oblio”.

Il colore bianco celebra il prodotto artigianale di Braccialini, che vive del proprio colore; dal punto di vista tecnico, tutte le pareti sono state rasate e tinteggiate con smalto satinato a base acqua, sul quale sono state applicate delle speciali  “wrappature” in tape nero opaco, che creano su chi guarda l’ambiente l’idea di entrare in un modello tridimensionale: sul bianco puro e raffinato della “scatola” vengono tracciate linee “decise e feroci” che generano spazi espostivi con nicchie, mensole ed oblò che attraverso l’uso della luce diventano punti di attrazione e di attenzione per il cliente all’interno del punto vendita.

La scala che serve i due piani del negozio è stata uno dei nodi cruciali del negozio: lo studio ha lavorato sulla luce come elemento attrattore, creando prima una sorta di “galleria luminosa” che accompagna la cliente al suo interno e inizia a “raccontare” una storia con il neon che delinea il “where the magic happens”, che è poi divenuto il claim della nuova apertura.

I lavori sono stati eseguiti e coordinati da Marchi Interior, azienda di Modena specializzata nella realizzazione di progetti chiavi in mano, che ha reso semplice la realizzazione di complementi d’arredo disegnati da Studio Svetti appositamente per il Flag fiorentino quali: i pouf “dama”, gli elementi a forma di dado da gioco, che diventano sedute ed espositori a seconda delle dimensioni, la Giostra che campeggia al centro del punto vendita, le appenderie metalliche e i counter per la vendita e l’esposizione del prodotto.

Il risultato è uno spazio di “gioco magico”, in sintonia con lo spirito di Graziella Braccialini.