Architettura

Il minimalismo monastico di una fattoria in Italia

Maggio 8, 2018

scritto da:

Il minimalismo monastico di una fattoria in Italia

La spettacolare campagna italiana, nei dintorni della città di Caprarola: questo è il meraviglioso scenario che ospita il progetto firmato dagli architetti di Deltastudio, che hanno progettato la riconversione di una fattoria tradizionale in una casa contemporanea destinata a una famiglia. 

La casa preesistente è stata rinnovata e ampliata: una serie di spazi compatti sono stati tagliati su misura delle esigenze degli abitanti e progettati per fornire uno sfondo essenziale al fine di enfatizzare le vedute del panorama promuovendo lo stretto contatto con la natura. 

L’edificio è internamente suddiviso in tre aree distinte e la prima di queste consiste in una nuova sezione aggiunta al lato sud della casa per ospitare le principali zone living, incorniciate da ampie finestre e porte vetrate scorrevoli che si aprono sull’esterno. 

Il soggiorno è chiuso su un lato dall’originale muro esterno, ora punteggiato di aperture a cornice nera che assicurano il passaggio della luce naturale all’interno; dall’altra parte dello spazio una zona di servizio contiene dispensa, bagno e armadio per la camera padronale, che è situata nella terza area sul lato nord della casa, accanto a un’altra camera da letto. 

L’ingresso dell’edificio si trova in uno spazio a doppia altezza nei pressi della cucina, collocata nell’area centrale: comprende panche a incasso di legno e una scala che presenta gradini a sbalzo e una balaustra minimale a rete; la scala conduce al piano superiore, occupato da uno studio, un’ampia camera da letto e un bagno. 

Infine, all’interno della casa, l’attenzione agli abbinamenti di materiali (cemento, legno) e ai contrasti di tono è finalizzata a definire le differenti zone funzionali e a creare un contrasto visivo impattante tra le superfici giustapposte; in particolare, l’uso di una gamma di materiali monocromi crea stanze piene di luce e una sorta di minimalismo monastico domina gli interni, dove materiali e colori interagiscono con il paesaggio esterno.