Architettura

Il nuovo ingresso della Domus Aurea firmato Stefano Boeri

Luglio 12, 2021

scritto da:

Il nuovo ingresso della Domus Aurea firmato Stefano Boeri

 

Lo studio Stefano Boeri Architetti ha realizzato il progetto del nuovo ingresso alla Domus Aurea e della passerella pedonale di accesso alla Sala Ottagona, in un’operazione promossa dal Parco archeologico del Colosseo e prodotta da Electa.

L’obiettivo è permettere ad ogni visitatore di esplorare la Villa neroniana e scoprire progressivamente gli ambienti ipogei, le volte originarie soprastanti e l’impronta delle strutture termali traianee.

La galleria, in cui la passerella pedonale si inserisce, è concepita come uno spazio scuro e contenuto, in cui una direttrice di luce accompagna il visitatore attraverso un racconto storico delle rovine, fino alla volta celeste che si apre con un grande oculo nella volta della Sala Ottagona.

Il percorso si divide in tre ambienti – Vestibolo, Via Lattea e Approdo – che rendono possibile il collegamento tra il parco di Colle Oppio e l’antico piano di calpestio della Sala Ottagona, quasi sei metri più in basso.

L’intervento che si insinua tra le rovine, sfiorandole, è completamente autonomo e autoportante rispetto alle murature esistenti, realizzato con una posa in opera artigianale e interamente manuale.

Il portale d’ingresso, che esalta il punto di accesso, è fondato su un sistema di aperture e chiusure che incorporano sia i serramenti mobili che l’impianto di sicurezza, mettendo in risalto materiali come la lamiera d’acciaio nera zincata e verniciata, in contrasto con i dettagli di bronzo spazzolato.

Il Vestibolo ospita uno spazio dedicato a bookshop e biglietteria, affacciandosi su una vetrata rivolta alla passerella che si allunga nella galleria sottostante, evocando una Via Lattea che illumina lo spazio.

A tal proposito, l’attento gioco di luci è fondamentale per la fruibilità dell’intero percorso, grazie all’utilizzo di strip LED che fanno brillare le finiture di resina bianca a copertura dei piani di calpestio e delle porzioni interne verticali dei parapetti, mentre – mediante punti luce accuratamente posizionati – vengono valorizzati gli elementi storici sottostanti.

La struttura portante della passerella pedonale, accessibile a tutti, presenta poi profili metallici HEB rivestiti di un profilo di lamiera liscia zincata e verniciata che, per illusione ottica, ne mascherano le dimensioni e le fattezze industriali.

Un intervento leggero e al tempo stesso immersivo che conduce alla Sala Ottagona, dove un pannello neutro verticale può, di volta in volta, diventare cornice perfetta per la proiezione di immagini e video a racconto della Domus Aurea, tra le più grandi ricchezze archeologiche del nostro Paese.