Architettura

La nuova sede a emissioni zero del Gruppo CAP

Settembre 30, 2022

scritto da:

La nuova sede a emissioni zero del Gruppo CAP

 

Il Gruppo CAP ha da poco inaugurato la sua sede a emissioni zero a Milano, firmata da Claudio Lucchin e Architetti Associati.

La nuova sede del Gruppo CAP

Una grande arca ispirata a Mondrian: è questa la nuova struttura del Gruppo CAP, concepita integralmente secondo i criteri dell’architettura sostenibile.

Non è solo un edificio architettonicamente interessante, ma un palazzo che parla della condizione umana”, spiega Claudio Lucchin. “Parla dell’acqua, che ci permette la vita, del fuoco, che allude alla nostra capacità tecnica, e della nostra grande flessibilità cognitiva, che ci ha permesso di superare le grandi sfide che l’ambiente ha posto all’uomo nel suo lungo percorso di vita sulla terra”.

Sviluppato in orizzontale, l’edificio raggiunge fino a 30 metri di altezza per un totale di 11.250 metri quadri distribuiti su sei piani più uno interrato.

Ogni aspetto è stato curato secondo i criteri dell’architettura sostenibile: dalla scelta dei materiali per l’involucro esterno, realizzato in pietra lavica da una colata del 1600, al ricorso a 422 pannelli solari in grado di garantire quasi il 70% dell’autonomia energetica. Per il sistema di riscaldamento e raffreddamento è stato escogitato un impianto che utilizza l’acqua di prima falda o le acque meteoriche opportunamente filtrate (al fine di evitare l’impiego della preziosa acqua potabile), con una termoregolazione ad aria controllata che consente un’ottimale gestione delle temperature.

Il palazzo del Gruppo CAP presenta inoltre 430 finestre a nastro a motivo ortogonale, una diversa dall’altra, distribuite in modo irregolare, che richiamano da un lato la conformazione dei canali e delle reti idriche che caratterizzano il territorio metropolitano e dall’altro le suggestioni di una delle opere più iconiche di Piet Mondrian: Compositie in Lijn. In questo modo la luce naturale si diffonde attraverso un’attenta calibratura delle forature di facciata, mentre una serie di pozzi di luce di ampie dimensioni permette la connessione visiva tra i piani e la penetrazione della luce nell’area centrale dell’edificio.

Grazie a queste e molte altre attenzioni, l’edificio ha già ottenuto la certificazione “Net zero Energy Buildings” collocandosi, inoltre, in classe Gold della certificazione LEED, garantendo i requisiti di ognuna delle 6 macro-categorie previste e una quantità sufficiente di elementi tra sostenibilità del sito, gestione efficiente delle acque, energia e ambiente, materiali e risorse riciclabili e riciclati, controllo della qualità dell’aria negli ambienti costruiti, elevati livelli di progettazione e innovazione.

Oltre ai 500 dipendenti, il palazzo comprenderà un bar caffetteria, gestito da Arca Milano, che ospiterà un palinsesto di iniziative rivolte ai cittadini, un asilo nido non esclusivamente aziendale, gestito da Pulcini & Co. del gruppo Elior Ristorazione SpA, una biblioteca e un grande auditorium con una capienza di 200 persone che si affaccia direttamente sulla piazza.