La qualità delle doghe Déco per l’outdoor di una villa a Perugia La qualità delle doghe Déco per l’outdoor di una villa a Perugia
Architettura

La qualità delle doghe Déco per l’outdoor di una villa a Perugia

Scritto da Redazione |

12 Giugno 2019

Immaginate una villa immersa nella campagna umbra, estesa su 1000 metri quadri e caratterizzata da uno stile moderno ed essenziale, articolata in volumi sovrapposti che si elevano dal giardino con piscina: il progetto, curato dall’architetto Roberto Micchi e certificato in classe A+++, è studiato per conciliare le esigenze di vita familiare e i valori della convivialità.

Ne deriva uno scenario dominato da superfici bianche, trame neutre e colori naturali, sia all’esterno che all’interno, grazie anche alle vetrate della zona living che si affacciano sul giardino creando continuità spaziale.

In particolare, gli esterni sono pensati per essere fruibili soprattutto nella bella stagione e si suddividono in spazi verdi e altri pavimentati, per un totale 140mq: si è dunque reso necessario un materiale capace di esprimere armonia con l'ambiente, personalità ed eleganza oltre a garantire anche la massima funzionalità e ridotta manutenzione.

Così, per l'ingresso, il terrazzo, le scale esterne e per il bordo piscina sono state scelte le doghe Décowood Plus di Déco nell'essenza Tropical, delicata e naturale: un nuovo esclusivo rivestimento in legno composito dotato di un profilo sempre più simile al legno, con doga più larga, perfetto per l'alternarsi delle stagioni.

Inoltre, la granulometria della farina di legno che lo compone è stata studiata per incrementare la compattezza e la densità del compund interno, accrescendo così ulteriormente la resistenza del prodotto ad urti, graffi e macchie; in più, essendo immune da ogni tipo di aggressione esterna, naturale o chimica, la doga resiste fino a 25 anni dalla posa senza bisogno di manutenzione.

Decowood Plus è inoltre totalmente smaltibile ed ecocompatibile: la farina di legno che lo compone è ricavata da trucioli riciclati ad impatto zero sulla deforestazione, e la componente plastica in HDPE (polietilene ad alta densità) è un sostituto del PVC completamente biodecomponibile.

Sostenibilità, innovazione e stile: il design è una questione Déco.

Questo articolo parla di:

Precedente

Willmott’s Ghost, la sede di Amazon ha un ristorante tondo

Successivo

Il nuovo volto di Parigi: come cambia l’area della Tour Eiffel

Progetto Change, la svolta green di Terratinta Group
Design

Progetto Change, la svolta green di Terratinta Group

Terratinta Group è un’azienda leader sul mercato Nord Europeo nel settore delle piastrelle in grés porcellanato ed...

Scarabeo Ceramiche, il sistema FOLD per i mini lavabi
Design

Scarabeo Ceramiche, il sistema FOLD per i mini lavabi

Una soluzione smart e di facile applicazione per ambienti piccoli: è il sistema FOLD, disegnato da Emo design e nato...

La nuova scuola di danza di Barozzi Veiga a Zurigo
Architettura

La nuova scuola di danza di Barozzi Veiga a Zurigo

Lo studio italo-spagnolo Barozzi Veiga ha di recente completato la realizzazione di Tanzhaus Zürich, la nuova scuola di danza...