Architettura

Narbo Via, il museo di Foster + Partners dedicato all’antica Narbonne

Marzo 22, 2022

scritto da:

Narbo Via, il museo di Foster + Partners dedicato all’antica Narbonne

 

La città francese di Narbonne, nella regione dell’Occitania, ha una storia antica e importante: Narbo Martius, questo il suo nome latino, fu infatti la prima colonia romana a sorgere fuori dai confini dell’Italia, in quella che nel 118 a.C. era la Gallia meridionale.

Proprio il passato della città costituisce il fulcro di Narbo Via, il nuovo museo che ne celebra le radici antiche grazie al progetto curato dallo studio di architettura Foster + Partners, nella convinzione che un edificio culturale possa contribuire a rigenerare l’identità stessa di un luogo.

Si tratta di un volume essenziale e flessibile, edificato su un podio monumentale e dotato di una copertura in cemento faccia a vista che sporge per garantire l’ombreggiatura anche all’esterno; i soffitti alti mirano inoltre a potenziare il comfort termico.

All’interno si trovano gallerie per le esposizioni, un centro multimediale, un auditorium, spazi per la ricerca e il restauro dei reperti, un ristorante e un bookshop. Grandi giardini circondano la struttura, con un anfiteatro dedicato agli spettacoli open air.

A stupire i visitatori sarà poi il Lapidary Wall, una grande parete verticale che si sviluppa per tutta la larghezza dell’edificio ed ha funzione espositiva; può essere riconfigurata in modo semplice e veloce, dividendo gli spazi accessibili al pubblico da quelli a disposizione dei ricercatori.

Il ricco patrimonio di reperti di proprietà di Narbonne potrà quindi trovare finalmente una giusta collocazione, anche grazie agli altri due spazi protagonisti dell’ambizioso piano di riqualificazione locale: l’Horreum, composto da una serie di gallerie sotterranee risalenti al I secolo a.C. e il sito archeologico d’Amporalis, che contiene i resti di un’antica fabbrica di produzione di anfore.