Architettura

Nuvolato Architop, pavimento senza confini in un’antica villa a Mestre

Settembre 11, 2020
Avatar

scritto da:

Nuvolato Architop, pavimento senza confini in un’antica villa a Mestre

 

Grazie ad un’attenta opera di ristrutturazione completata negli Anni Novanta, oggi a Mestre (VE) sorge una villa di grande valore storico in grado di porsi come elemento di collegamento tra tradizione e modernità.

In questo contesto prestigioso, di recente è stato attuato un ampliamento abitativo, in quanto la casa si presentava come una tradizionale villa tipica della zona, strutturata su tre livelli: la zona giorno e la cucina al piano terra e ai piani superiori la zona notte e i servizi.

La committenza desiderava invece avere una nuova zona living, più raccolta e intima, non visibile dall’ingresso principale e molto luminosa, dal momento che la zona living esistente risultava poco permeabile alla luce naturale a causa delle limitate finestrature.

Lo studio ANK Architects, che ha curato l’intervento, ha scelto così di affiancare all’immobile esistente un volume regolare etereo, monolitico e traslucido, molto diverso per geometria e stile dall’abitazione primaria.

Il nuovo volume si appoggia sul lato nord dell’esistente, risultando un’aggiunta non ingombrante e invisibile dal fronte, quasi una estroflessione dell’abitazione verso il parco, nella zona più privata ed intima della casa, ponendosi quindi come una scatola di vetro che si allunga in un appartato portico affacciato sulle campagne che circondano Mestre.

Le ampie vetrate lasciano inoltre entrare prepotentemente la luce all’interno della stanza e il tutto risulta molto moderno e minimalista: pochi arredi di pregio, valorizzati come opere d’arte dalla luce, realizzata con un sistema a led ad incasso in un sottofondo chiaro per le pareti ed i soffitti degli spazi.

In particolare, il lavoro sulle pavimentazioni, sulle luci, sulle porzioni finestrate ha consentito di aprire la casa verso il parco, ampliando percettivamente la dimensione degli spazi al piano terra.

Per ottenere questo effetto, era necessaria una pavimentazione continua a basso spessore, una macchia cromaticamente omogenea ma allo stesso tempo “viva ed imperfetta per natura” che rispecchiasse la tipicità dell’immobile e la contemporaneità del suo ampliamento.

É stato così utilizzato, sia in esterno che in interno, Nuvolato Architop® Ideal Work®, una pavimentazione che consente di superare i limiti di spessore e di peso del calcestruzzo tradizionale, di cui mantiene bellezza e robustezza, ma in un contesto di cura del dettaglio e di alto valore estetico e cromatico.

Con la sua estetica brutale e dinamica, Nuvolato Architop® ha così permesso di collegare gli ambienti con un armonico contrasto tra presente e passato, valorizzando gli arredi e la storicità del luogo e garantendo al tempo stesso un’eccellente resistenza agli agenti chimici ed atmosferici, all’abrasione, alla fessurazione e al gelo, ideale per l’uso in esterno.