Architettura

Progetto CMR firma la nuova sede del Dipartimento di Area Medica dell’Università di Udine

Febbraio 28, 2022

scritto da:

Progetto CMR firma la nuova sede del Dipartimento di Area Medica dell’Università di Udine

 

L’Università di Udine è annoverata tra i trenta migliori giovani atenei al mondo, in particolare per le materie sanitarie. Ora la realizzazione della nuova sede del Dipartimento di Area Medica, che conterrà aule e laboratori, sarà affidata a Progetto CMR.

L’edificio ospiterà attività ad alto contenuto tecnologico, risponderà alle attuali norme sismiche e sarà all’avanguardia in termini di risparmio energetico, impiantistica e sicurezza nei luoghi di lavoro.

© Progetto CMR

La nuova sede del Dipartimento di Area Medica sorgerà sull’area dell’ex convento dei Frati Cappuccini di piazzale Kolbe a Udine e l’edificio si articolerà in due corpi distinti, uno dedicato alle aule e uno ai laboratori, e ospiterà anche gli uffici dei docenti che si affacceranno, seguendo la planimetria a corte dell’ultimo piano, su un giardino pensile.

Basata sul principio “inside-out”, l’architettura ha un disegno essenziale che valorizza gli elementi costruttivi prefabbricati e il ritmo delle aperture; la pensilina di accesso e le scale di sicurezza esterne completano l’edificio da un punto di vista funzionale e lo caratterizzano nella sua struttura compositiva, attraverso l’uso del colore.

© Progetto CMR

In ottemperanza alle più recenti normative in campo sismico, ci saranno dei dissipatori finalizzati a diminuire la trasmissione delle azioni sismiche lungo lo sviluppo verticale della struttura; inoltre, l’edificio verrà certificato LEED e l’assetto planimetrico delle sistemazioni esterne sarà pensato per salvaguardare le essenze arboree esistenti.

Massimo Roj, AD di Progetto CMR, spiega:

È al contempo sfidante ed entusiasmante lavorare a questi nuovi spazi. Da un lato dobbiamo prevedere le massime performance tecnologiche dell’edificio e la versatilità degli spazi per le numerose attività formative e di ricerca che qui si svolgeranno, sia in presenza che da remoto. Dall’altro, lavoriamo al rapporto con la città di Udine che si sta trasformando e migliorando per accogliere al meglio le giovani intelligenze sostenendo uno sviluppo virtuoso di questo quartiere.”