Architettura

Sumitomo Forestry Group, il legno protagonista alla Milano Design Week

Febbraio 21, 2019

scritto da:

Sumitomo Forestry Group, il legno protagonista alla Milano Design Week

Favorisce la concentrazione, la memoria e il riposo, aiuta a gestire lo stress e il trascorrere del tempo, attenua l’impatto della luce artificiale e potenzia l’attività cerebrale: non sorprende che il legno, depositario delle qualità appena elencate come indicato dalle ultime ricerche, sia un materiale utilizzato fin dall’antichità per diverse soluzioni abitative, dagli spazi domestici agli ambienti di lavoro e di apprendimento. 

Nobile e versatile, il legno dunque può e deve avere un ruolo primario per il futuro dell’edilizia abitativa e per migliorare la salute delle persone che oramai trascorrono il 90% della propria giornata all’interno di uno spazio chiuso: una missione fatta propria da Sumitomo Forestry Group, divisione aziendale del gruppo giapponese Sumitomodal 1691 specializzata nella lavorazione del legname, che, nei secoli, ha sviluppato un know how tale da renderla leader a livello mondiale in questo settore unitamente all’impegno per la tutela ambientale, all’insegna di uno stile di vita sempre più green.

Antesignani, è dal 1903 che Sumitomo Forestry Group si impegna a preservare le risorse che l’ambiente ci offre con l’istituzione dell’Operation Forestry Plan che si basa sul principio di “sustainable forestry” per cui è previsto il continuo rinnovo degli alberi utilizzati.

Per la prima volta presente alla Milano Design WeekSumitomo Forestry Group presenterà proprio qui alcune soluzioni di design, elementi modulari dalle forme ovali, che hanno come obiettivo quello di rendere più naturali e funzionali gli ambienti abitativi, incoraggiando così nuovi utilizzi dei materiali e più validi criteri di scelta degli oggetti di cui ci circondiamo, per uno stile di vita sostenibile all’insegna del motto Happiness grows from trees.

Gli elementi modulari decorativi a soffitto si presentano come grandi petali di legno, strutture leggere in sospensione che, enfatizzando esteticamente la bellezza del materiale e la sua leggerezza ottenuta con tecniche di lavorazione all’avanguardia, agiscono sulla limitazione dell’impatto acustico e sull’illuminazione degli ambienti rendendo la luce più naturale.

Le partizioni da tavolo mantengono anch’esse forme fluide e leggere, realizzate in diverse tonalità naturali, e producono effetti positivi ricreando uno spazio personale più accogliente dove i livelli di stress diminuiscono.

Oltre alla funzione di restorative design che rinsalda il legame tra uomo e natura all’insegna di una nuova consapevolezza, i moduli si presentano come versatili strutture di interior decor e possono essere utilizzate per un’infinità di applicazioni.

Durante l’esposizione, inoltre, le indagini sui benefici del legno si arricchiranno di ulteriori dati coinvolgendo il pubblico, per compiere un ulteriore passo verso la realizzazione del progetto visionario di Sumitomo Forestry Group – Changing City into Forest – che prevede l’utilizzo del legno a 360 gradi per riformulare la città.

In occasione del 350esimo anniversario della sua fondazione che cadrà nel 2041, l’azienda ha infatti annunciato la costruzione della torre W350, un grattacielo di 350 m interamente realizzato in legno: l’obiettivo è quello di creare città rispettose dell’ambiente unicamente costruite con il legname, in modo che diventino autentiche “foreste” urbane grazie a un maggiore impiego dell’architettura in legno per edifici di grandi dimensioni.

Uno straordinario progetto d’innovazione, ma con radici antichissime.