Architettura

Tappeto Albanese, il lungolago di Shiroka restituito alla comunità

Aprile 30, 2021
Avatar

scritto da:

Tappeto Albanese, il lungolago di Shiroka restituito alla comunità

 

Dopo anni di sfruttamento intensivo da parte dei privati, con il progetto Tappeto Albanese lo studio Casanova + Hernandez restituisce oggi il loro waterfront agli abitanti della cittadina di Shiroka, in Albania, cambiandone il volto grazie ad un profondo intervento di riqualificazione.

A seguito della demolizione delle costruzioni abusive della zona, gli architetti hanno voluto creare uno spazio pubblico vitale con vista sul lago, ricostruendo la sensazione di appartenenza della cittadinanza al luogo, ora concepito come una casa dalle “stanze” aperte e accoglienti ispirate alla tradizionale “oda”, camera degli ospiti tipica della cultura locale.

Il progetto Tappeto Albanese così concepito si presta a differenti destinazioni d’uso, che comprendono la sala giochi, la sala picnic, il soggiorno, l’anfiteatro e la stanza del pescatore, e presenta una serie di sale ad U con lato interno introverso realizzato in legno mentre la parte esterna è in pietra e forma gradinate che trasformano la piazza centrale in una sorta di teatro.

Inoltre, sia la pavimentazione, sia i sedili e i gradini sono ricoperti di pietre di granito bianco e nero riprendendo ancora una volta il modello tradizionale dei tappeti albanesi; i grandi alberi preesistenti sono stati integrati nel disegno della piazza mentre ne sono stati piantati di nuovi per ombreggiare i posti a sedere e le aree gioco; soltanto il centro della piazza è stato lasciato libero da alberi e altri elementi così da rendere possibili gli eventi pubblici.

Il progetto di Casanova + Hernandez fa parte della selezione di opere candidate al Premio dell’Unione Europea per l’Architettura Contemporanea Mies van der Rohe Award 2022.