Architettura

Tendenza bilocale: così P2A trasforma un appartamento a Milano

Agosto 26, 2021

scritto da:

Tendenza bilocale: così P2A trasforma un appartamento a Milano

 

Sulla scia di una progressiva riconfigurazione abitativa della città di Milano, che vede una crescita sempre maggiore dei soggiorni temporanei, lo studio di architettura P2A ha trasformato un appartamento di 130 metri quadri nella centralissima Corso Genova in due bilocali destinati all’affitto di medio periodo.

Il progetto, sfruttando la tripla esposizione dell’appartamento originario, dà origine a due appartamenti di 65 mq molto vivibili grazie alla dimensione delle zone living luminose e accoglienti, a cui viene dedicata la maggior parte della metratura dell’immobile.

Il layout è fluido, con meno divisioni possibili, e per sfruttare al massimo le dimensioni dei due appartamenti non sono stati previsti locali di ripostiglio o lavanderia: è la nuova spina di divisione tra i due immobili che, aprendosi e piegandosi ora da una parte ora dall’altra, crea nicchie dove ricavare il necessario spazio di storage.

Nell’appartamento in affaccio su Corso Genova, l’asse distributivo centrale e il conseguente lungo corridoio è stato sfruttato per realizzare delle zone di servizio a scomparsa tramite armadiature a muro su misura che conducono in un unico luminoso spazio living con cucina lineare a muro e area pranzo.

Nell’appartamento con affaccio interno, invece, la presenza di un maggior numero di finestre ha permesso di progettare una cucina separata dall’area living grazie ad un serramento fisso; tramite l’impiego di un vetro stampato tipo “reeded glass” la luminosità dell’ambiente è massima ed è allo stesso tempo filtrata la vista delle aree di lavoro dalla zona living; insieme alla nuova distribuzione spaziale sono state poi progettate finiture e arredi fissi, come le librerie in muratura che con linee chiare e pulite contribuiscono alla funzionalità delle zone living.

Il progetto di P2A è quindi in linea con la direzione imboccata da qualche tempo dal mercato immobiliare, sempre più orientato verso tagli abitativi ridotti, da adattare alle esigenze di chi vive in città con un certo grado di flessibilità.