The Middle House, l’hotel di lusso firmato Lissoni a Shanghai The Middle House, l’hotel di lusso firmato Lissoni a Shanghai
Architettura

The Middle House, l’hotel di lusso firmato Lissoni a Shanghai

Scritto da Redazione |

10 Maggio 2019

Lusso privato, servizio altamente personalizzato e un tocco di stile italiano. The Middle House è la quarta “House” del premiatissimo concept The House Collective sviluppato dal gruppo Swire Hotels, situata nel cuore del distretto commerciale di Shanghai e nelle vicinanze della zona alla moda di Nanjing Road: un’oasi di pace ed eleganza con terrazze e spazi esterni e, sullo sfondo, una delle città più sofisticate della Cina.

L’hotel comprende 111 camere, ristoranti, spazio eventi, piscine e spa, mentre le Middle House Residences si compongono di 102 appartamenti dotati di tutti i servizi, compresi studi, monolocali e bilocali.

Per arricchire questa atmosfera già molto esclusiva, il tocco italiano si esprime nel progetto di Piero Lissoni e Lissoni Architettura, che comprende il concept della facciata e gli interni di tutti gli spazi comuni, delle camere e degli appartamenti delle due torri sulla base del progetto dello studio di architettura Wong e Ouyang.

In primo luogo, le schermature verticali in alluminio a sezione circolare caratterizzano la facciata, assicurando ombra e privacy alle camere e distinguendo i due edifici dalle torri circostanti destinate invece a usi commerciali.

Poi, l’idea dietro il progetto di interni per la lobby dell’hotel si basa su una miscela di linguaggi e forme espressive differenti: caratteristiche tipiche della storia e della cultura dell'artigianato cinese vengono messe in relazione con elementi contemporanei per generare un sofisticato equilibrio all’interno degli spazi, mentre il mix di elementi orientali - tra cui le pareti con ceramiche realizzate a mano che reinterpretano astraendolo il bambù - è elegantemente bilanciato ad arredi contemporanei; inoltre le opere d'arte collocate nelle nicchie in legno come fossero pezzi da museo aggiungono un tocco originale e unico.

Le camere sono arredate con una combinazione di elementi di design contemporaneo, pezzi su misura e alcune reinterpretazioni di mobili asiatici tradizionali; ogni camera ha un’ampia vista sulla città, e l’uso di partizioni semitrasparenti preserva il senso dello spazio e della luce che viene esaltato da elementi luminescenti, come pareti retroilluminate e divisori vetrati per i bagni.

Inoltre, la testiera del letto e il sistema di tavoli e mensole della zona living diventano parte della struttura architettonica: la prima integrata alla cabina armadio e il secondo abbracciando da una parete all’altra l’area finestrata; i comodini in stile orientale e le lampade da tavolo contemporanee scaldano l’ambiente, mentre alcuni pezzi di artisti contemporanei cinese aggiungono un tocco local.

D’altro canto, gli appartamenti delle Middle House Residences sono caratterizzati da ambienti confortevoli e accoglienti separati da partizioni semitrasparenti, producendo l’effetto di un ampio open space: pannelli scorrevoli in legno finemente intagliato, caratterizzati da un tipico pattern cinese, costituiscono un delicato filtro tra la camera da letto e la zona giorno, mentre i colori dominanti sono il bianco caldo, per le pareti, e il marrone scuro, scelto per il parquet di bambù spazzolato e il pavimento in ceramica del bagno; infine, gli arredi contemporanei sono accostati ad elementi della tradizione locale, mentre alcuni accenti di colore sono dati da mobili objets trouvés.

Last but not least, l’area Spa e Fitness Centre: per generare un’esperienza autenticamente gratificante, la vasta area benessere di 2400 m², situata al piano seminterrato, è stata concepita come uno spazio unico, che collega i punti di arrivo dell’hotel e delle residenze; dove possibile, lo spazio è stato poi modellato al fine di generare grandi prospettive con elementi architettonici: lucernari, volumi organici retroilluminati, giochi d'acqua e schermature verticali in ceramica a tutta altezza.

Lo scopo del progetto di Lissoni era dunque quello di creare spazi studiati nel dettaglio, dedicati al lusso rilassato e al benessere: obiettivo raggiunto, grazie al raffinato uso dei contrasti e alla combinazione di stile, materia e colore, in sintonia con un’idea di bellezza tutta italiana.

Fotografie di Edmond Leong.

Questo articolo parla di:

Precedente

Francesconi Architectural Light, architettura e luce protagonisti in villa

Successivo

Il Made in Italy sbarca in Cina: la due giorni di Federlegno a Shenzhen

Le nuove finiture metalliche di antoniolupi
Design

Le nuove finiture metalliche di antoniolupi

antoniolupi presenta le nuove finiture preziose pensate per arricchire le iconiche collezioni in Flumood del brand: il calore...

Slowear18, il mixology bar incontra il fashion store
Architettura

Slowear18, il mixology bar incontra il fashion store

Situato nel cuore di Milano (Via Solferino 18) e progettato dallo studio italiano Visual Display, Slowear18 è una nuova...

WallPepper e PEIA Associati, il progetto per le Nazioni Unite
Design

WallPepper e PEIA Associati, il progetto per le Nazioni Unite

Lo studio di architettura PEIA Associati ha di recente completato il restyling della prestigiosa Sala XIX delle Nazioni Unite a...