Arte Design

Apre oggi la mostra 10 architetture italiane alla Triennale di Milano

Dicembre 22, 2022

scritto da:

Apre oggi la mostra 10 architetture italiane alla Triennale di Milano

 

Da oggi fino al 29 gennaio 2023, la Triennale di Milano ospita la mostra 10 architetture italiane, a cura di Matteo Ghidoni, Enrico Molteni e Vittorio Pizzigoni.

© Gianluca Di Ioia

In esposizione vi sono i progetti di dieci studi di architettura. Ognuno dei dieci progetti – tre ville, un polo ricettivo, un teatro, una galleria, un negozio, un portale, una loggia e un giardino pubblico – è rappresentato attraverso un modello, con l’intento di offrire uno sguardo, non esaustivo, sul presente dell’architettura nazionale. Ecco gli studi e i progetti in mostra: AMAA Office, Teatro a Terni; Armature Globale, Deutscher Irving House V1 a Colonno; Associates Architecture, Extra– ordinary Gate a Logrono, Spagna; BB (Alessandro Bava e Fabrizio Ballabio) con Effe Minelli, Loggia in Val d’Arno; Fondamenta, Villa RP02 in Val di Noto; Parasite 2.0, Galeria e Bregdetit a Valona, Albania; Studio Ossidiana, Horismos spazio pubblico a Vleuten, Paesi Bassi; SuperSpatial, Borgo Ognissanti a Firenze; Supervoid Architects, La Mistica, Roma; VG13 Architects, Villa a Marrakech, Marocco.

© Gianluca Di Ioia

I progetti selezionati sono stati tutti scelti tra quelli già costruiti o in corso di costruzione, per ribadire il fatto che l’architettura ha, nella realizzazione fisica, la sua principale prova e conferma. Gli edifici si trovano sia in Italia che all’estero e variano molto anche nelle dimensioni. I modelli esposti in mostra alla Triennale, in scala 1:5 realizzati a colori con trame e materiali diversi, non rappresentano l’intero progetto ma solo alcuni dettagli scelti dagli studi stessi. Ecco quindi che si potranno trovare angoli, nodi, scale, pezzi di portali e di pareti che, nella loro parzialità, assumono la forza di un frammento di architettura. Ciascun modello, realizzato appositamente per l’occasione dagli studi coinvolti, è accompagnato da due fotografie che illustrano altri aspetti dell’opera costruita e, insieme ai dettagli esposti, completano il racconto degli edifici.