Design

Bologna Design Week, il design conquista la città (e non solo)

Ottobre 8, 2018

scritto da:

Bologna Design Week, il design conquista la città (e non solo)

9 location esclusive, 5 giornate intense, 180 eventi, 13 workshop, 3 premiazioni di contest, 33 design talk, 7 presentazioni di libri e Journal internazionali, 5 visite guidate in 33 studi di progettazione, 3 design bike tour, 10 mostre: sono solo alcuni degli ingredienti all’origine del successo dell’ultima edizione di Bologna Design Week, appuntamento imperdibile per celebrare insieme a tutte le realtà del territorio la settimana di Cersaie e per promuovere la cultura del progetto riflettendo sui temi dell’innovazione, della sostenibilità, dell’accoglienza e dell’evoluzione urbana. 

Un successo che non è solo confermato dai numeri e dalla messa in scena di più di 100 eventi – tra mostre, workshop, design talk e allestimenti all’interno di palazzi storici, musei, università, accademie, gallerie d’arte, teatri, case private, showroom e piazze – ma anche dalle importanti iniziative che hanno deciso di coincidere con i giorni di BDW, ampliando il pubblico di riferimento, e dalla proroga di alcune mostre particolarmente significative.

Nutrita da 6 giorni di anteprime, la quarta edizione di Bologna Design Week chiude dunque raddoppiando i visitatori e gli utenti social che hanno alimentato il racconto della 5 giorni dedicata alla promozione della creatività e della cultura del design in Emilia-Romagna.

Organizzata nel centro storico della città di Bologna, Bologna Design Week 2018  ha coinvolto più di 165 partecipanti, 3 sistemi museali, 9 corsi universitari, 5 fondazioni e più di 20 media partner, tra riviste mensili, progetti digitali, televisioni e blogger per mappare l’eco-sistema creativo e inserirlo in un progetto integrato di comunicazione al fine di valorizzare le eccellenze culturali, formative, creative, produttive e distributive del territorio.

Tra gli strumenti di comunicazione e il merchandising prodotto, la app BDW 2018 ha guidato più di 40.000 visitatori  a scegliere tra i più dei 100 eventi realizzati, accompagnati dalla colonna sonora progettata ad hoc grazie alla collaborazione con IRMA Records, etichetta musicale bolognese che in occasione del suo trentesimo anniversario ha accolto l’invito a sviluppare il sound design di BDW come traccia e memoria dei luoghi diffusi attraversati dagli eventi nella città; inoltre sono state distribuite shopper, usb del soundtrack BDW 2018, t-shirt e 24Bottles per dissetare la sete di creatività.

Ma le sorprese non finiscono qui.

In sinergia con la Regione Emilia-Romagna e con la collaborazione dell’Istituzione Bologna Musei e Bologna Design Week, la personale del maestro della luce Mario Nanni intitolata ascolta, sifaluce è stata eccezionalmente prorogata dal 30 settembre a domenica 28 ottobre 2018: allestita negli spazi del Padiglione de l’Esprit Nouveau, la mostra site-specific ha inaugurato in anteprima la settimana del design il 19 settembre e resterà aperta e accesa tutti i giorni dalle 15:00 alle 17:00 durante il Saie, (dal 17 al 20 ottobre) e in occasione di EnERgie diffuse, dal 7 al 14 ottobre, verranno organizzate visite guidate e una serie di incontri dedicati alla luce e all’architettura.

D’altro canto, l’apertura della mostra È qui. Social Pattern Design on Seating, realizzata con il sostegno dell’Accademia di Belle Arti di Bologna nell’ambito di Bologna Design Week, è stata posticipata al prossimo 13 ottobre fino al 9 dicembre, nella sede del Museo Civico Medievale, in via Manzoni 4, a causa della temporanea chiusura del Museo del Tessuto e della Tappezzeria “Vittorio Zironi” per consentire una serie di verifiche tecniche su parte dei solai di Villa Spada, sede del museo. 

E la passione per il design continua.