Club Made in Italy 2018 Evolution, a Milano l’Italia incontra la Cina Club Made in Italy 2018 Evolution, a Milano l’Italia incontra la Cina
Design

Club Made in Italy 2018 Evolution, a Milano l’Italia incontra la Cina

Scritto da Redazione |

15 Maggio 2018

Dinamico, sempre più stretto e ormai imprescindibile: il legame di business che unisce Italia e Cina è ormai una componente dell’economia del mobile italiano a cui davvero non si può e non si deve rinunciare. 

Per questo si rivela di fondamentale importanza un progetto come Club Made in Italy, il network costituito da aziende italiane dell’arredamento e da architetti italiani che hanno progetti e sedi in Cina, coordinato da Federlegno Arredo Eventi e da FLA China, con Federlegno Arredo che si pone proprio come attivatore di sinergie tra questi protagonisti nonchè “ombrello istituzionale” nei confronti del governo e delle istituzioni locali cinesi. 

Quest’anno l’iniziativa assume la forma concreta di Club Made in Italy 2018 Evolution, l’evento networking che il 15 e 16 maggio riunisce a Milano alcuni tra i più importanti developers cinesi, eccellenti realtà del design Made in Italy e prestigiosi studi di architettura italiani. 

Le aziende coinvolte sono nello specifico Anacleto Mariani, Atmosphera, Badari Lighting, Caccaro, Calligaris, Elledue, Fantoni, Formitalia, Garofoli, Molteni, OAK, Richard Ginori, Seguso, Sicis, Visionnaire.

Anche gli architetti sono numerosi: Daniela Baldo di Studio Marco Piva, Alessandro Colombo di Studio Cerri, Fabio Rotella, Alessandro Scandurra di Scandurra Studio, Stefano Ceci e Mitla Morato di Lissoni Associati e Maddalena Cappai

Infine, tra gli ospiti cinesi si annoverano nomi decisivi nel settore real estate come Hainan Jianfeng Corporation Co. e Hongkun Group

Un’occasione per generare concrete opportunità di conoscenza e attività mettendo in contatto due mondi apparentemente lontani ma in realtà accomunati dallo stesso slancio imprenditoriale e creativo, nel segno dell’innovazione di qualità.  

Questo articolo parla di:

Precedente

Bitossi, le ceramiche di Nathalie Du Pasquier

Successivo

Fontanot e Giulio Cappellini per nuove ringhiere di design

L’hotel nomade di Ora Ito per AccorHotels
Architettura

L’hotel nomade di Ora Ito per AccorHotels

Nell’era delle grandi migrazioni anche l’hotel diventa nomade.  Si chiama Flying Nest l’ultimo visionario...

Tra cemento e tessuto, Ragno presenta TexCem
Design

Tra cemento e tessuto, Ragno presenta TexCem

La forza materica del cemento unita alla raffinatezza della trama tessile: si chiama TexCem il nuovo rivestimento Ragno che...

Lumen Museum, un nuovo spazio dedicato alla fotografia di montagna
Architettura

Lumen Museum, un nuovo spazio dedicato alla fotografia di montagna

Siete amanti di montagna e fotografia? Il nuovo Lumen Museum è il posto perfetto per voi.  Il museo, progettato...