CONNESSIONI 2018, a tu per tu con la Lombardia che innova CONNESSIONI 2018, a tu per tu con la Lombardia che innova
Design

CONNESSIONI 2018, a tu per tu con la Lombardia che innova

Scritto da Redazione |

30 Maggio 2018

Se la capacità di fare network è ormai un’esigenza fondamentale del settore industriale e produttivo italiano, allora è tanto più necessario attivare iniziative ed eventi in grado di porsi come autentico punto di raccordo di relazioni, esperienze, saperi e luoghi.

È proprio questo l’obiettivo di CONNESSIONI, il progetto pluriennale - 2017, 2018, 2019 – voluto da Assolombarda per portare alla luce appunto le diverse “connessioni” esistenti nel mondo del design attraversando il concetto di spazio e tempo.

In particolare, gli eventi organizzati nell’ambito del progetto CONNESSIONI sono finalizzati all’esaltazione del bello e ben fatto all’interno del territorio, perché quest’ultimo possa trasformarsi in un brand riconoscibile a livello nazionale e internazionale, grazie alla sinergia delle migliori aziende del settore tra loro e con il supporto delle istituzioni locali. 

Dopo l’evento CONNESSIONI 2017, che ha visto la realizzazione di una videoinstallazione coinvolgente pensata a partire dalla metafora del circuito elettronico per raccontare 18 realtà produttive di eccellenza appartenenti a un unico territorio, un sistema, una comunità proposte attraverso suoni, immagini e video, quest’anno lo scenario si rinnova assumendo una nuova prospettiva.

In occasione dell’evento CONNESSIONI 2018, che si svolgerà a a Milano, in via Pantano presso la nuova sala Camerana il prossimo 1 giugno, ad essere protagoniste saranno infatti la storia del bello e ben fatto tra passato, presente e futuro nel mondo del design e l’evoluzione del concetto di design al servizio dell’uomo, come è cambiato nel tempo e perché.

Attraverso le testimonianze di aziende, designer e istituti di formazione, i tre piani temporali si incontrano e costruiscono la trama di un racconto in cui i protagonisti di ieri e di oggi si confrontano e propongono la loro visione del futuro attraverso alcuni progetti, con un focus particolare assegnato ai numeri del comparto design della Lombardia. 

Nell’ambito di un convegno che prevede speech individuali e una tavola rotonda, le aziende partecipanti (Boffi, Lettera G, Brianza Tende, Caimi Brevetti, Pamar, Panzeri) hanno messo a disposizione alcuni prodotti su cui gli studenti del Politecnico di Milano immagineranno una possibile evoluzione in chiave IOT: i concept saranno così presentati durante l’evento e commentati dagli imprenditori coinvolti.

Un appuntamento da non perdere per conoscere i risultati dell’innovazione quando è legata a doppio filo alla qualità del territorio.

Questo articolo parla di:

Precedente

LAGO presenta Fusion Kitchen

Successivo

SALIOT, l’illuminazione “smart” di MinebeaMitsumi

Megius, l’eleganza discreta del nuovo Separè Lux
Design

Megius, l’eleganza discreta del nuovo Separè Lux

È pensata per portare un tocco di sofisticata eleganza tanto negli hotel più raffinati quanto nei contesti residenziali...

Superare il sisma, il nuovo Edificio Polifunzionale sul Gran Sasso
Architettura

Superare il sisma, il nuovo Edificio Polifunzionale sul Gran Sasso

Ricucire le ferite ancora aperte dopo il dramma del terremoto del Centro Italia nel 2016 attraverso una progettazione...

La lampada Clochef di Massimo Iosa Ghini per Leucos
Design

La lampada Clochef di Massimo Iosa Ghini per Leucos

Si chiama Clochef la lampada a sospensione disegnata da Massimo Iosa Ghini per Leucos che si è recentemente aggiudicata il Good...