Cotto d’Este, nuove superfici preziose per il 2020 Cotto d’Este, nuove superfici preziose per il 2020
Design

Cotto d’Este, nuove superfici preziose per il 2020

Scritto da Redazione |

04 Marzo 2020

La bellezza e l’innovazione della ceramica declinate in un progetto inedito, che prende le mosse dai toni e dalla matericità tipici del cemento e dalle nuove evoluzioni artistiche della carta da parati in ceramica sottile per creare narrazioni e suscitare emozioni: ecco la sfida di Cotto d’Este che si prepara alla Milano Design Week di giugno con tante nuove proposte di superfici, in bilico tra estetica e tecnologia.

La prima è Grunge, una collezione dall’effetto cemento, in grado di costruire spazi minimal dal tocco contemporaneo, caratterizzata dall’estrema continuità delle grandi lastre in Kerlite plus, il gres porcellanato laminato con fibra di vetro che unisce una resistenza assoluta allo spessore ultrasottile, caratteristica di tutti i prodotti in lastra di Cotto d’Este.

Ideata in quattro colorazioni, come due diversi grigi Cloud e Storm, rispettivamente chiaro e scuro, il tortora, Taupe, e un atipico color salvia, Musk, la nuova proposta si compone di grandi formati in 120x260 cm e 120x120 cm in soli 6,5 mm di spessore e include la tecnologia Protect, in grado di eliminare fino al 99,9% dei batteri, rendendo i pavimenti e i rivestimenti un vero scudo antibatterico per uno stile di vita sano, sicuro e sostenibile.

La più raffinata ricerca in ambito decorativo e artistico ha portato poi Cotto d’Este verso un ampliamento della collezione Wonderwall, la prima carta da parati in ceramica ultrasottile: vere e proprie opere d’arte che interpretano con ricercatezza e armonia le scenografiche lastre in altissima definizione di Kerlite.

Cinque le nuove proposte (in aggiunta alle dodici esistenti) per spazi prestigiosi da decorare con stile: Fleur, con romantici ed armoniosi decori in stile acquarello; Foliage e Printemps, soggetti floreali che, in due dominanti cromatiche differenti, permettono un’immersione in una realtà naturalistica quasi onirica; Damask, con pattern sorprendenti che rimandano al tessuto portando la memoria verso gli ambienti aristocratici di un tempo; e infine Plume, con decori suggestivi di piume di pavone che donano un tocco inaspettato ai contesti in cui sono inseriti.

Inoltre, le nuove proposte Wonderwall si rivelano ideali anche in ambienti di dimensioni contenute, grazie al nuovo formato 50x100 cm, anch’esso in Kerlite nello spessore ultrasottile di 3,5 mm rinforzato con fibra di vetro, per una flessibilità e una resistenza senza pari; totale la libertà di scelta e composizione: si può optare per un solo pezzo, che può essere ripetuto creando una texture verticale di grande impatto scenico, oppure è possibile scegliere una soluzione modulare, che permette di realizzare ampi decori con straordinario effetto tridimensionale.

A completare le novità di Cotto d’Este, ecco infine un arricchimento della gamma di ispirazione classica Kerlite Vanity, che trae ispirazione dalla straordinaria bellezza del marmo per una nuova serie di rivestimenti in grado di rendere ogni ambiente di grande prestigio grazie a leggeri chiaroscuri, stupefacenti venature e lucentezza folgorante, unita a un’impeccabile resistenza.

Tra le novità di Kerlite Vanity: Macchia Vecchia, con il tipico sfondo bianco scaldato da venature color tortora e dorate, per garantire un’eleganza senza pari a qualsiasi ambiente; Pietra Grey, di un intenso grigio antracite attraversato da sottili striature bianche che donano grande personalità agli spazi; Onice Royal che combina delicate trasparenze bianche al candore madreperlato.

I nuovi rivestimenti presentano poi due trattamenti in superficie: glossy e soft, che donano una morbidezza visiva e al tatto senza precedenti, rimandando all’estetica dei marmi più pregiati.

Alta qualità e creatività al servizio dell’architettura: la prestigiosa storia di Cotto d’Este continua.

 

Questo articolo parla di:

Precedente

Ludovica+Roberto Palomba firmano tre nuove stufe per Ravelli

Successivo

libero 5000 Inlab, il comfort Walk-In di duka conquista le “piccole architetture”

Emergenza COVID-19, Carlo Ratti Associati racconta in esclusiva il progetto CURA
Architettura

Emergenza COVID-19, Carlo Ratti Associati racconta in esclusiva il progetto CURA

In una situazione eccezionale come quella che stiamo vivendo, una pandemia globale a cui è seguita un’emergenza sanitaria...

Makà, la lampada industrial di Marc Sadler per OLEV
Design

Makà, la lampada industrial di Marc Sadler per OLEV

Stile industriale, versatilità totale.  Si chiama Makà la nuova lampada progettata da Marc Sadler per il 2020 di OLEV: una...

 Casa SR, la nuova spazialità di una casa vacanze in Puglia
Architettura

Casa SR, la nuova spazialità di una casa vacanze in Puglia

Un’abitazione dalla doppia natura, una pubblica e una privata, che corrispondono rispettivamente all’asse est-ovest e...