Dieffebi ridisegna l’ufficio con Echo Locker Dieffebi ridisegna l’ufficio con Echo Locker
Design

Dieffebi ridisegna l’ufficio con Echo Locker

Scritto da Redazione |

31 Maggio 2018

Lo sviluppo delle forme di co-working sta modificando progressivamente gli spazi di lavoro e i brand che arredano l’ufficio sono già pronti ad adeguarsi. 

Durante la Milano Design Week 2018, Dieffebi ha presentato nel suo showroom di via Milazzo in zona Brera la nuovissima collezione Echo Locker, il sistema di contenitori per uso personale ma condiviso dal concept costruttivo e grafico inedito, che permette non solo di eliminare l’effetto a casellario tipico di questa tipologia di prodotti, ma anche di integrare diverse soluzioni estetiche, tecnologiche e di aggregabilità.

Sempre attenta a sfruttare le soluzioni innovative messe a disposizione dalle nuove tecnologie, Dieffebi ha infatti applicato un utile sistema di serrature IoT, in grado di essere aperte con un badge ma anche con dispositivi mobili, ed ha integrato ai suoi lockers un pratico carica device

Grazie alla presenza di una eventuale fessura per inserire corrispondenza, riviste e plichi, i contenitori Dieffebi possono essere utilizzati anche in assenza dell’utente e assicurano comunque un alto livello di protezione dei documenti anche in caso di spazi condivisi e orari flessibili.

Inoltre, la versatilità e la flessibilità dei lockers Dieffebi sono apprezzabili anche in caso di lavoro da remoto e di smart working, grazie al loro design pulito e alla vasta gamma di finiture perfette anche per gli ambienti residenziali.

Nello speciale allestimento pensato appositamente sul tema dei lockers erano poi presenti anche le collezioni Primo Lockers e Trendline Silver, i contenitori dotati di serratura dal design più tradizionale, che permettono di depositare documenti, oggetti e accessori personali in totale sicurezza: modulari e componibili, questi lockers sono disponibili in diverse dimensioni e finiture che li rendono non solo esteticamente piacevoli, ma anche adatti ad essere utilizzati per definire e organizzare il contenimento non solamente negli uffici, ma anche in palestre, caffetterie, biblioteche, alberghi ed altri spazi. 

Per essere in sintonia con le nuove dinamiche di lavoro, senza rinunciare a qualità, sicurezza e funzionalità.

Questo articolo parla di:

Precedente

SALIOT, l’illuminazione “smart” di MinebeaMitsumi

Successivo

I nuovi arredi firmati SEM

Gio Ponti, la grande mostra al MAXXI di Roma
Architettura

Gio Ponti, la grande mostra al MAXXI di Roma

Architetto, designer, art director, scrittore, poeta, critico e artista: nel corso della sua vita, iniziata e conclusa a...

Martini, il mobile veronese verso il 2020
Design

Martini, il mobile veronese verso il 2020

Per chi fa impresa i cambiamenti della società e del mercato generano ogni giorno nuove sfide: quando queste interessano il...

 Sponge, i vasi da fiori in marmo di Moreno Ratti
Design

Sponge, i vasi da fiori in marmo di Moreno Ratti

Sponge, “spugna”, è il nome della collezione di vasi da fiori progettati dall’architetto e designer italiano Moreno...