Design

I mobili Thonet nel quartier generale dell’impresa di Josef Rädlinger

Novembre 16, 2021

scritto da:

I mobili Thonet nel quartier generale dell’impresa di Josef Rädlinger

 

Ha da poco aperto a Cham, cittadina bavarese, il nuovo quartier generale dell’impresa di costruzioni Josef Rädlinger. Se all’esterno si caratterizza per la fusione di un edificio contemporaneo e di un vecchio convento, all’interno l’armonia è stata progettata dagli architetti Berschneider + Berschneider. Per l’arredamento di uffici, sale conferenza e spazi comuni la scelta dello studio è ricaduta sui mobili senza tempo di Thonet, versatili e di lunga durata.

Negli ambienti dell’ex convento si trova l’imponente sala da pranzo con vistosi lampadari e con le iconiche sedute mordenzate nere del famoso modello 214 (N. 14) di Thonet. Grazie alla sua estetica chiara ed essenziale, questo modello del 1859 riesce a essere versatile e perfetto per ogni ambiente.

Al bar, invece, trovano posto gli eleganti sgabelli 204 MH in legno di faggio curvato e mordenzato nero e il poggiapiedi in tubolare d’acciaio color ottone di Thonet perfettamente abbinati col bancone del marmo.

Negli uffici invece si è optato per mobili classici ma sempre eleganti come lo scrittoio S 285 in tubolare d’acciaio progettato nel 1935 da Marcel Breuer con elementi in noce, i mobili d’appoggio B 97 versatili e coordinati e le sedie cantilever del modello S 43 disegnato da Mart Stam nel 1931, per dare un tocco di colore finale. Nelle sale riunioni, invece, la scelta è ricaduta sulle sedie cantilever del modello S 64 V con braccioli e paglia di Vienna e su le sedie in legno curvato 209 e 209 M. Quest’ultima, in particolare, resta un’icona di design nata intorno al 1900 dai Gebrüder Thonet e amata dagli architetti come Le Corbusier.