Salone del Mobile.Milano Moscow, i vincitori del SaloneSatellite Moscow Award 2019 Salone del Mobile.Milano Moscow, i vincitori del SaloneSatellite Moscow Award 2019
Design

Salone del Mobile.Milano Moscow, i vincitori del SaloneSatellite Moscow Award 2019

Scritto da Redazione |

21 Ottobre 2019

All’ultima edizione del Salone del Mobile.Milano Moscow c’è stato spazio anche per la Russia dei giovani designer, che hanno avuto modo di mostrare la propria creatività grazie a SaloneSatellite, un format ormai consolidato e ideato dalla storica curatrice Marva Griffin per permettere anche ai talenti emergenti di rendersi visibili e farsi apprezzare dal grande pubblico.

Al termine della kermesse sono stati poi aggiudicati i premi del SaloneSatellite Moscow Award 2019, i cui vincitori saranno ospitati in Italia al prossimo SaloneSatellite che si terrà in concomitanza del Salone del Mobile.Milano dal 21 al 26 aprile 2020. Ecco di seguito i nomi dei premiati, con una breve descrizione dei loro prodotti e della motivazione che li ha resi vincitori.

1° premio     

LAUMA REITERE, Latvia          

POWER MOUSE. Zainetto per bambini per il trasporto di un sistema di infusione autonomo. Il personaggio-eroe raffigurato converte il fluido inserito in un “elisir” che dona super poteri. Il design rende il sistema di infusione più comodo da usare, senza limitazione di movimento, ed è anche un compagno di giochi per i bimbi. Il prodotto ottimizza la somministrazione della terapia e facilita l'assistenza.

Motivazione: un progetto per tutti, pensato particolarmente per i più piccoli, che risolve un problema pratico e, contemporaneamente, riempie il cuore di gioia.

2° premio

OFF DUO, Russia 

GROW OLD TOGETHER. Questo progetto è incentrato sull'idea della cooperazione e della condivisione intergenerazionale. Riunire generazioni differenti è importante. Aiutarsi a vicenda nella routine quotidiana apporta valore, senso e utilità ai gesti e aiuta a mantenere attive le funzioni cognitive. Inoltre, è divertente passeggiare con il cavallino di legno e il nonno, condividendo ricordi e creandone di nuovi.

Motivazione: un design intelligente e utile per i bambini ma anche per le persone anziane.

3° premio                                    

KATERINA KROTENKO, Russia  

SHAPED BY FIRE. Collezione di vasi in vetro con struttura in legno che mette in scena il movimento nel tempo, la metamorfosi estetica e il ricordo. Rievocando tecniche degli anni '60, il progetto esplora la serendipità creativa suggerita dai materiali, allorché il vetro caldo fuso cattura i minuscoli dettagli del legno che brucia dando, così, origine a un’organica unione di superficie e forma.

Motivazione: un progetto ispirato alla tradizione scandinava del legno e del vetro.

Menzione speciale

EGOR BONDARENKO, Russia

ABSTRACT CHAIR. Design libero e vorticoso. Auto-espressione dell'identità dell'utente attraverso l'oggetto. Modello interamente modificabile con soluzioni illimitate. Architettura e scultura in un'immagine soggetto. Primitivismo, costruttivismo, bauhaus. Comunicazione e riflessione sul tempo attraverso l'oggetto. Design moderno da collezione.

Motivazione: un uso creativo del legno quale materiale nobile e sostenibile che ispira i giovani designer.

Questo articolo parla di:

Precedente

Sacco goes green, l’icona Zanotta sceglie la sostenibilità

Successivo

Sand, il divano di Lago levigato dal vento

Architect@Work Milano, Matrix4Design incontra Sunshower
Design

Architect@Work Milano, Matrix4Design incontra Sunshower

Portare l’energia del Sole nell’esperienza quotidiana della doccia: è la sfida che da anni impegna gli specialisti di...

Il nuovo Changjiang Art Museum di Vector Architects in Cina
Architettura

Il nuovo Changjiang Art Museum di Vector Architects in Cina

Particolarmente esemplificativa del repentino e dirompente sviluppo della società e dell’economia cinesi è la vicenda...

Fabula, la nuova cucina Rastelli racconta una storia
Design

Fabula, la nuova cucina Rastelli racconta una storia

Il termine latino Fabula viene usato per indicare non solo una narrazione ma l’insieme degli elementi che la compongono: per...