La sedia di Kartell progettata dall’Intelligenza Artificiale La sedia di Kartell progettata dall’Intelligenza Artificiale
Design

La sedia di Kartell progettata dall’Intelligenza Artificiale

Scritto da Redazione |

10 Maggio 2019

L’annoso dibattito sul rapporto tra uomini e macchine e sulle conseguenze che lo sviluppo senza freni dell’automazione può avere sulla società e più in generale sull’umanità tutta non accenna a placarsi ormai da qualche decennio.

L’ultima novità capace di indurre un’interessante riflessione sul tema è stata presentata a Milano in occasione del Salone del Mobile 2019: Kartell ha infatti prodotto, in collaborazione con il designer visionario Philippe Starck, una sedia interamente progettata con l’ausilio dell’Intelligenza Artificiale.

L’idea, venuta dallo stesso Starck, ha richiesto il contributo di Autodesk, società specializzata nella realizzazione di software per la progettazione e la costruzione: dopo un lavoro lungo due anni, è nata così una seduta confortevole e al tempo stesso in grado di ridurre al minimo gli sprechi di materiali ed energia.

Il progetto risulta identico all’originale elaborato dal computer, salvo che per la levigatura, perfezionata in seguito.

Sono queste le nuove frontiere della progettazione? La sfida ai designer di tutto il mondo è lanciata.

Questo articolo parla di:

Precedente

Il deserto nel tappeto: Filomaestro presenta Dune

Successivo

La bella stagione dentro casa: Instabilelab presenta Infinitaprimavera

alumina, l’alluminio al centro della capsule DVNE Milano
Design

alumina, l’alluminio al centro della capsule DVNE Milano

L’alluminio come materia prima su cui costruire l’essenza di una collezione per la tavola eclettica e sofisticata. È la...

Cugó Gran Macina Grand Harbour Hotel, il progetto di DAAA Haus a Malta
Architettura

Cugó Gran Macina Grand Harbour Hotel, il progetto di DAAA Haus a Malta

Nel 2017 a Malta un edificio dallo strordinario valore storico è diventato un lussuoso boutique hotel grazie al progetto...

Hook, lo smart working diventa pop
Design

Hook, lo smart working diventa pop

Nell’età dello smart working la presenza di un angolo studio in casa è un’esigenza sempre più sentita: per questa...