Design

Milano Design Week, Matrix4Design incontra Abet Laminati

Aprile 5, 2018

scritto da:

Milano Design Week, Matrix4Design incontra Abet Laminati

La Milano Design Week si avvicina e sono tantissimi gli appuntamenti che vedranno tra i protagonisti Abet Laminati, azienda che dagli Anni Cinquanta a oggi si è affermata come leader in Italia e nel mondo per la produzione di laminati plastici decorativi, puntando tutto sull’innovazione e sulla collaborazione con alcuni dei nomi più prestigiosi del design internazionale. Per scoprire tutte le novità abbiamo intervistato Alessandro Peisino, Direttore Comunicazione e Relazioni Esterne del brand. Ecco che cosa ci ha raccontato.

 

Durante la Milano Design Week, Abet Laminati sarà tra i protagonisti di Hotel Regeneration. In quali forme sarete presenti? Quali saranno le vostre proposte?

“Per noi il Salone del Mobile è da sempre un appuntamento molto importante e quest’anno saremo presenti con una serie di eventi particolarmente rilevanti. Comincio dalla mostra Atelier Mendini. Le Architetture che si terrà alla Triennale di Milano dal 12 aprile al 6 maggio per celebrare i cinquant’anni di collaborazione tra Atelier Mendini e Abet Laminati. Si prosegue, come anticipato da lei, con la partecipazione all’evento Hotel Regeneration di Simone Micheli a Lambrate dal 16 al 22 aprile, per il cui allestimento forniremo dei pannelli di laminato HPL realizzati con tecnologie di stampa digitale e dunque di personalizzazione del decoro sulla base di file messi a punto proprio dallo studio Micheli. Infine, un altro evento molto significativo sarà Colors on the Move, con il quale presenteremo la collezione Diplos, una collezione combinata di laminato nobilitato e bordo che include tutti gli elementi strutturali di un arredo.”

 

 

Siete un’azienda simbolo dell’italianità nel mondo. Quali sono i valori del Made in Italy che vi sentite di interpretare con i vostri prodotti?

“Noi da sempre operiamo con i designer più importanti e più evoluti sulla scena internazionale. Questo ci consente innanzitutto di anticipare e interpretare le tendenze del mondo del design, cosa che in generale cerchiamo di fare mantenendo un gusto tipicamente italiano. Vogliamo proporre decori, superfici, finiture superficiali sofisticate che trovano proprio nell’italianità un aspetto fondamentale di ricerca e di stile. Come azienda vendiamo in 91 Paesi del mondo ma, in definitiva, le nostre collezioni mantengono caratteristiche di gusto e di raffinatezza inconfondibilmente italiani.”

 

Che cosa significa fare innovazione nel mondo dei laminati? Come si coniuga il progresso tecnologico con la sostenibilità ambientale?

“Fare innovazione in un mondo che è fatto essenzialmente di carte pressate e resine è sempre più difficile ma è anche vero che l’evoluzione non si ferma mai in nessun ambito, tantomeno nel campo dei materiali. Ultimamente siamo riusciti a presentare sul mercato dei prodotti certamente innovativi rispetto al passato soprattutto grazie ai nuovi materiali acrilici: è il caso di Polaris, un prodotto di ultima generazione che vede la superficie del laminato ricoperta non più di resine melamminiche ma di resine acriliche e che garantisce prestazioni eccezionali se paragonato ai laminati tradizionali grazie a caratteristiche evolute, come l’essere resistente,  ripristinabile, antibatterico e anti-impronta. Tuttavia, innovare nel mondo dei laminati significa anche saper scegliere i decori, saperli abbinare alle texture e alle finiture superficiali riuscendo a creare effetti talvolta davvero strabilianti. Tutto questo deriva dalle ricerche fatte dal nostro centro studi Abet che, confrontandosi naturalmente con enti commerciali e di sviluppo prodotto, riesce a portare sul mercato proposte appunto sempre innovative.

Per quanto riguarda l’ambito della sostenibilità ambientale, in anni recenti sono stati fatti sicuramente passi enormi, con l’uso di materie prime sempre più eco-compatibili; c’è poi da dire una cosa molto importante: il laminato si chiama HPL – High Pressure Laminate perché è realizzato ad alta pressione e dunque possiede delle caratteristiche superficiali straordinarie, tra cui la durevolezza negli anni, il che è già una qualità in termini di sostenibilità ambientale.”

 

Progetti e/o obiettivi per il futuro?

“Innanzitutto avere la capacità di sviluppare sempre nuovi prodotti, mantenere la nostra identità italiana e la nostra immagine di azienda in grado di offrire prodotti raffinati e selezionati alla clientela e naturalmente continuare nella ricerca di prodotti acrilici come Polaris, offrendo sempre nuove caratteristiche e prestazioni ad una superficie come il laminato, con il quale noi siamo in contatto ogni giorno, un contatto che deve essere arricchito da elementi estetici, tattili e prestazionali.”