Design

Milano Design Week, Matrix4Design incontra Boffetto

Aprile 13, 2018

scritto da:

Milano Design Week, Matrix4Design incontra Boffetto

Tecnologia e artigianalità, estetica design e innovazione delle forme, eleganza e funzionalità. Queste sono solo alcune delle qualità che caratterizzano i prodotti firmati Boffetto, brand rigorosamente Made in Italy nato dall’incontro di professionisti e imprenditori che, forti della loro esperienza, hanno saputo produrre arredi e complementi esclusivi per l’ambiente domestico e il contract. Quest’anno Boffetto unirà alla partecipazione al Salone del Mobile di Milano anche la collaborazione con l’architetto Simone Micheli, che avrà come vetrina privilegiata l’evento-agorà Hotel Regeneration nel cuore del Lambrate Design District. Per scoprire tutte le novità abbiamo intervistato Riccardo Nosella, direttore commerciale di Boffetto: ecco quello che ci ha raccontato.

 

In occasione della Milano Design Week Boffetto sarà partner di Simone Micheli, che è anche l’ideatore della Letterario Collection e della nuova collezione Sconnessi. Che cosa può anticiparci di questi progetti e, in generale, della presenza di Boffetto alla settimana del design?

“Uno degli architetti scelti da Gilberto Candeloro, CEO di Boffetto, per progettare le sue collezioni è stato Simone Micheli, pioniere della sperimentazione che ha preso vita con la collezione Il Letterario e successivamente con la linea Sconnessi. Presentata in contemporanea con l’uscita del film omonimo per cui è stata appositamente concepita, la collezione è costituita da un importante tavolo da pranzo in solid surface e legno, due librerie, una compatta e una componibile, e una serie di coffee table hi tech che rendono questa collezione lineare, neutra e contemporaneamente vivace e dinamica. Ecco il perchè della partecipazione di Boffetto all’interno di ‘Hotel Regeneration’, la più grande mostra dedicata al mondo del contract durante il Fuori Salone.

Non solo: Boffetto sarà presente al Salone del Mobile con uno stand dedicato alla nuova collezione PLS a cura dello studio di architettura Cinzia Anguissola Scacchetti Associati.”

 

 Che cosa rende unici i vostri prodotti?

From Form To Furniture, ossia dalla forma all’arredo: questa è l’anima di Boffetto che combina passione per il design, forma e arte, reinterpretandoli in modo innovativo. Infinite sono le combinazioni che la forma può assumere quando viene plasmata dal design e impreziosita dall’arte.

Nascono così arredi e complementi destinati sia all’ambiente domestico che al mondo del contract, in cui alla tecnologia più avanzata si accostano materiali classici e innovativi, come legno, metalli e il solid surface che da sempre caratterizzano in modo unico ogni collezione firmata Boffetto, dando vita a nuove forme e ad originali applicazioni.”

 

 Per voi l’arte e il design sono due universi creativi connessi. Che cosa hanno in comune? Come riuscite a valorizzare questo legame?

Arte  e design sono per noi due aspetti in continuo dialogo: un binomio nel quale ciascuna parte mantiene la propria natura e identità, pur dando spazio e significato all’altra. Pura contaminazione che deriva dall’incontro spontaneo tra artista e designer e dalla loro reciproca ispirazione: l’atto creativo si declina  in un oggetto di design, nel quale la riproduzione artistica trova una sua perfetta collocazione.

Nasce cosi la sezione 99 ART in DESIGN di Boffetto, dedicata alle edizioni limitate a 99 pezzi.

Una serie per ogni collezione, con artisti e forme d’arte sempre diverse: Abstract Pletcrum, Librerie Migration to Cloud, Magnifica Together, Il letterario/Graffiti.

Boffetto non vende arte, ma riproduzioni di opere numerate e autenticate dall’artista, trasfigurate con un alto valore tecnologico e con materiali innovativi. Gli oggetti di design proposti da Boffetto ospitano e integrano la riproduzione dell’opera come unico posto possibile.”

 

Progetti e/o obiettivi per il futuro?

“A caratterizzare il futuro di Boffetto sarà il percorso di crescita continua che da sempre portiamo avanti, grazie alla costante ricerca di nuove forme da scoprire e realizzare, di materiali sempre più innovativi e di applicazioni inedite e originali. La capacità di Boffetto di dare vita ad arredi idonei sia all’ambiente domestico che sempre di più anche al mondo del contract ci porterà ad approfondire e a sviluppare ulteriormente questo settore, incrementando la nostra presenza e competitività.

L’attenzione di Boffetto per il mondo del contract andrà poi di pari passo con l’ampliamento dei mercati, a partire dalla Francia, in modo da sviluppare sempre di più la presenza del brand a livello internazionale.”