Design

Opera Contemporary, il legno protagonista degli arredi d’autunno

Ottobre 23, 2020
Avatar

scritto da:

Opera Contemporary, il legno protagonista degli arredi d’autunno

 

Il legno come fulcro materico e progettuale di una collezione che lo combina al marmo, alla pelle, ai tessuti ma anche al metallo e al cuoio: gioca sui contrasti e composizioni la nuova collezione autunnale disegnata dallo studio Bestetti Associati per Opera Contemporary.

Prendendo le mosse da valori storici di capacità manifatturiera, attitudine sartoriale e tradizione ebanista, Opera Contemporary inaugura così un linguaggio stilistico ancora più contemporaneo grazie ad una gamma di prodotti che rispecchia il bisogno di tornare a essere circondati di materiali caldi e preziosi, specialmente in questa stagione.

Tra le novità di prodotto cattura l’attenzione Taylor, la prima libreria free standing di Opera Contemporary, mobile contenitore a sviluppo verticale e anche elegante vetrina firmata da DL studio e caratterizzata da una struttura metallica che accoglie ripiani in legno, marmo e pelle.

Alba, il nuovo letto disegnato da Castello Lagravinese che richiama nella silhouette la collezione Sheila, presenta invece una doppia testiera con contrasti materici e un elevato grado di comfort; in particolare spiccano i cordini di cuoio che, distesi verticalmente, conferiscono dinamicità e leggerezza alla testata.

Ancora, nel divano New Cosmo la struttura esterna, originariamente di metallo, è stata sostituita dal legno massello caratterizzato da un profilo a sezione triangolare che conferisce alla collezione un’identità elegante e contemporanea; i profili sono lineari e impreziositi da puntali in metallo dorato, mentre le molteplici combinazioni di finiture e tessuti disponibili permettono la personalizzazione della seduta in base all’interior design in cui si inserisce.

Vengono poi i nuovi small tables New Brian, che presentano una struttura metallica in ottone abbinata a un pregiato piano di appoggio in marmo dai bordi smussati, con l’inserimento di un piattino metallico sul quale è inciso il logo del brand pensato per alleggerire ulteriormente i profili del tavolino.

Ma non finisce qui: nella collezione New Doris, che si compone di una credenza, un mobile bar e un mobile porta TV, i profili sottili dialogano con la struttura metallica lineare e leggera delle gambe, mentre contrappunti materici di metallo, legno e marmo avvolgono ogni pezzo.

Infine, New Victor, la collezione in cui dialogano eleganza sofisticata e allure sartoriale, declinata in preziosi oggetti-scultura che definiscono ogni area della casa: nella sua nuova interpretazione viene ripresa la lavorazione delle fresate uniformi tipica della tradizione di Opera Contemporary per dare vita, sulle ante, ad un disegno geometrico essenziale, con scanalature pluridirezionali che riflettono la luce in modo cangiante creando magici effetti ottici ed enfatizzando la nobiltà del legno.

Grazie al design accogliente di Opera Contemporary adattarsi all’autunno sarà come scivolare in un caldo abbraccio.