Architettura

La Sastrería, il gusto di Valencia in un ristorante glocal

Ottobre 23, 2020
Avatar

scritto da:

La Sastrería, il gusto di Valencia in un ristorante glocal

 

Si chiama La Sastrería il nuovo ristorante valenciano nato dal sogno dello chef Sergio Giraldo e del barista Cristóbal Bouchet in collaborazione con il Grupo Gastroadictos per offrire una nuova esperienza culinaria e sensoriale nel quartiere marittimo della città spagnola.

Il progetto dello studio di architettura Masquespacio divide il ristorante in tre parti.

Nella prima parte de La Sastrería si trova un bar che dà risalto ai riferimenti architettonici e ai modi di vivere del quartiere, con motivi realizzati con piastrelle personalizzate che reinterpretano le facciate locali.

La seconda parte del ristorante vede protagonista il pesce, grazie ad una grande onda che cresce verso la cucina e si traduce in una scultura in ceramica; inoltre, i pavimenti in ceramica artigianale in bianco e blu riproducono la combinazione di sabbia e acqua, mentre le sedie progettate per lo spazio fanno riferimento alle barche da pesca.

La terza parte, dietro la cucina, ospita i magazzini, che sono stati progettati come una sorta di mercato del pesce.

Per quanto riguarda i materiali, è infine da sottolineare l’uso di piastrelle con stampe su misura disegnate da Masquespacio, in aggiunta all’argilla e alle piastrelle in ceramica fatte a mano che dominano lo spazio del ristorante, contribuendo a rendere più calorosa e tipica l’atmosfera.