Architettura

L’avveniristico tetto mobile dello stadio del Qatar firmato da Cimolai Spa

Marzo 2, 2022

scritto da:

L’avveniristico tetto mobile dello stadio del Qatar firmato da Cimolai Spa

 

La prossima Coppa del Mondo Fifa si terrà a partire dal 21 novembre 2022 in Qatar, nel nuovissimo stadio Al Bayt. Inaugurato negli ultimi mesi, la nuova sede calcistica porta anche la firma di una nota azienda italiana, Cimolai Spa, che si è occupata della realizzazione della copertura mobile, oltre che delle gradinate superiori.

Il nome dello stadio Al Bayt in arabo vuol dire “casa” ed è proprio quello che vuole ricordare con la sua conformazione. Questa “tenda” sarà la più grande del mondo, visto che l’impianto, situato nella città di Al Khor a nord di Doha, si estende su una superficie di circa 200mila metri quadrati, per 320 metri di lunghezza, 280 metri di larghezza e 73 metri di altezza, e può contenere fino a 65.000 posti a sedere.

La componente più avveniristica del progetto è certamente la copertura mobile di Cimolai: caratterizzata da un tetto largo 100 metri e lungo 160 metri, si apre e si chiude in due metà verso il centro del campo in circa 20 minuti grazie a sofisticati meccanismi. Inoltre, il tetto può anche essere traslato totalmente verso nord, per favorire una maggiore penetrazione del sole e consentire una contestuale illuminazione del manto erboso.

Per realizzarla, l’azienda italiana ha utilizzato circa 30 mila tonnellate di acciaio realizzando tubi che, insieme alle altre componenti, sono stati trasportati in Qatar via mare. Un lavoro durato cinque anni e che ha visto coinvolte circa 450 persone tra ingegneri, supervisori e tecnici specializzati in climbing, impiegati nelle varie fasi di trasformazione, montaggio e completamento dell’opera.