Architettura

A Milano il Museo del Novecento fa il bis

Luglio 30, 2021

scritto da:

A Milano il Museo del Novecento fa il bis

 

Il Museo del Novecento di Milano raddoppia: lo scorso 12 luglio è stato infatti annunciato il progetto vincitore del concorso indetto per la riconversione in spazi museali del Secondo Arengario di Piazza Duomo, curato dal team di Sonia Calzoni (Calzoni Architetti).

I due palazzi gemelli verranno collegati tramite una soluzione doppia.

La prima sarà reversibile e comporterà la realizzazione di una passerella aerea posta all’altezza del terzo livello dei due Arengari, costituita da una trave reticolare fissata direttamente alle colonne laterali preesistenti; pareti trasparenti garantiranno la vista su piazza Duomo mentre nella parte sottostante è prevista una struttura specchiante convessa.

La seconda, pensata come alternativa o anche aggiuntiva rispetto alla prima, porterà alla trasformazione di via Marconi in una piazza-cortile esterna al Museo e in relazione con piazza Duomo, contestualmente alla riduzione delle barriere fisiche e alla valorizzazione delle aiuole e aree verdi di piazza Diaz.

Al piano terra del Secondo Arengario si troveranno poi un bookshop aperto al pubblico e una caffetteria con tavolini, mentre nel mezzanino verrà realizzato un auditorium; le sale espositive, tra cui due uguali di 400 metri quadri, si articoleranno su quattro livelli ricavati sopra il porticato, ospitando opere dagli Anni Ottanta alla contemporaneità.

L’intervento prevede anche il completo rifacimento dei solai fuori terra ad eccezione del piano loggia, soddisferà gli standard Nzeb degli Edifici a energia quasi zero e mira a ottenere la certificazione Leed; infine verranno rinnovate le strutture di servizio del Museo del Primo Arengario, sostituendo tra l’altro alle sale conferenze e al deposito un nuovo laboratorio di conservazione delle opere.

Immagini realizzate da Level Creative Studio.