Architettura

GBPA ARCHITECTS progetta i nuovi uffici BMW Bank Italia e Alphabet a Milano

Marzo 17, 2022

scritto da:

GBPA ARCHITECTS progetta i nuovi uffici BMW Bank Italia e Alphabet a Milano

 

Localizzati da più di vent’anni nella sede di San Donato Milanese, BMW Bank Italia e Alphabet Italia hanno avviato nel giugno del 2021 la ristrutturazione di 4000 mq di uffici, disposti dal sesto al nono piano della Torre Beta.

L’incarico è stato affidato alla società GBPA ARCHITECTS  (con progetto coordinato dagli architetti Federica De Leva, partner GBPA Architects, e Cristiana Cutrona, founder Revalue), che ha raggiunto l’obiettivo di rendere operativi 3 piani su 4 in soli due mesi e mezzo di cantiere e concludere la realizzazione a dicembre 2021.

Gli architetti hanno riorganizzato i vecchi uffici per adeguarli ai più innovativi standard di lavoro, valorizzando la Brand Identity: il risultato è la progettazione su misura di quattro piani di uffici, accomunati dall’immagine fortemente identitaria legata al mondo BMW, similari per impostazione planimetrica eppure differenziati tra loro, per identificare e rispondere alle esigenze delle due società del gruppo.

Ogni utente può scegliere liberamente la postazione di lavoro a seconda delle proprie esigenze o di quelle del proprio team, giocando sulla massima flessibilità degli spazi, chiusi o aperti, formali o informali.

In tutti i piani, fulcro dell’ambiente è un’isola centrale, denominata “Central Spine”, caratterizzata dalla forma dinamica del controsoffitto ribassato, che offre all’attività lavorativa una serie di supporti di diversa dimensione, forma e tipologia: huddle rooms e booths chiusi e vetrati per riunioni e video call, aree di collaborazione formali e informali aperte ma schermabili tramite tende fonoassorbenti.

Nell’open space le postazioni per il lavoro individuale si alternano a tavoli circolari per il lavoro collaborativo, prodotti appositamente su disegno di GBPA ARCHITECTS; d’altro canto, per le attività individuali che richiedono un livello di privacy o concentrazione più alto sono disponibili alcuni uffici chiusi, utilizzabili anche come spazi di riunione (office&meet).

Tutte le postazioni di lavoro sono regolabili in altezza, per incoraggiare la variabilità della postura, segno della grande attenzione del BMW Group al benessere ambientale, acustico e illuminotecnico delle persone, che va di pari passo con la sostenibilità di materiali, finiture e arredi.

“Fil Rouge” del progetto, trasversale a tutti i 4 piani, è un triangolo specchiato e replicato che compone un pattern decorativo originale e riflette i dettagli dei prodotti del BMW Group, si dispiega sulle superfici verticali, le pareti cieche e le vetrate, sulle quali si addensa o si smaterializza a seconda della maggiore o minore privacy richiesta.

Infine, dalla Corporate Identity le parole chiave identificano i singoli piani: Creativity per il sesto, Sustainability per l’ottavo, Premium per il nono, e Connettivity per il settimo piano, dove è vissuta anche la connessione tra le due società.

Ad ogni piano è poi presente un grande spazio di aggregazione informale, che assume un carattere e una organizzazione differente a seconda del piano, partendo da un disegno di base composto da una area kitchenette e piccoli booths informali disposti intorno ad uno spazio centrale che, passando dal nono al sesto livello, cambia pelle senza mutare la sua natura di “Social Condenser”.

Se al nono piano si presenta come una work lounge, all’ottavo diventa una grande isola dalla forma organica con sedute a diverse altezze e grandi vasche per le piante e declina il concetto della sostenibilità; al settimo assume la forma di un’arena, simbolo della “Connettivity”, dove poter organizzare eventi o piccole riunioni, mentre al sesto si caratterizza come lo spazio della Creatività e della convivialità.

La casa italiana del gruppo tedesco non è mai stata così accogliente.