Architettura

Il nuovo Centro di Protezione Civile del Renon in Alto Adige

Aprile 30, 2021
Avatar

scritto da:

Il nuovo Centro di Protezione Civile del Renon in Alto Adige

 

A Bolzano, lo studio Roland Baldi Architects ha progettato il nuovo Centro di Protezione Civile del Renon, una “casa comune” per il comando dei Vigili del Fuoco, della Croce Bianca e del Soccorso Alpino dalla forma semplice e scultorea, in contrasto con il linguaggio architettonico rurale locale.

L’edificio a due piani, costruito secondo gli standard Klimahaus A, è integrato nell’andamento naturale del pendio del terreno e comunica tramite la zona d’ingresso rivolta a nord con la strada principale e la zona residenziale alle sue spalle.

La maggior parte del volume, tuttavia, è stata organizzata in una struttura compatta al di sotto del parcheggio: il seminterrato serve contemporaneamente come muro di cinta e recinzione per il parcheggio sovrastante e il garage retrostante.

L’ingresso principale centrale al piano terra conduce direttamente a una spaziosa area di benvenuto con una sala di formazione, aperta al pubblico e facilmente utilizzabile anche per eventi esterni; dall’area di ingresso, attraverso un corridoio centrale, si raggiungono le aree ricreative e amministrative, disposte su entrambi i lati e separate spazialmente tra loro.

I magazzini, gli uffici e i dormitori si trovano a nord, mentre le sale di allenamento e ricreazione sono rivolte a sud: di fronte alle queste aree si trovano poi ampie terrazze, che permettono un’estensione spaziale delle aree ricreative verso l’esterno, nonché la creazione di un’area esterna privata e protetta.

In posizione centrale si trova la scala comune che collega il piano terra e le sale operative: gli spogliatoi sono direttamente collegati alle sale veicoli e hanno un proprio gruppo sanitario con docce e WC, separati per genere.

Questa organizzazione del percorso permette la massima efficienza funzionale e la separazione ottimale delle diverse aree, ottimizzando al contempo le sinergie tra le tre organizzazioni di protezione civile; inoltre, grazie alla facciata in cemento stampato tinto in colore rossastro, ispirato alle famose piramidi di terra del Renon, il Centro di Protezione Civile si inserisce perfettamente nel suggestivo paesaggio.

Infatti, il design della facciata si basa sulla semplice interazione tra la materialità della pelle dell’edificio e le superfici piatte e trasparenti degli elementi delle finestre; l’uso del cemento stampato conferisce alla geometria dell’edificio una superficie vivace e multistrato e rimanda, come detto, al paesaggio circostante.

Infine, Roland Baldi Architects ha progettato anche il nuovo parcheggio sotterraneo, il parcheggio pubblico e la stazione degli autobus direttamente adiacente al Centro di Protezione Civile: insieme alla vicina stazione ferroviaria, essi costituiscono il nuovo centro della mobilità di Klobenstein.