Architettura

Milano 3.0, un nuovo modo di abitare

Luglio 26, 2022

scritto da:

Milano 3.0, un nuovo modo di abitare

 

A Milano sta per nascere un nuovo edificio, Milano 3.0, che si differenzia per standard architettonici di qualità e numerosi servizi a disposizione dei futuri residenti. La progettazione integrata e il coordinamento generale sono curati da Starching, l’architettura, la direzione artistica e il concept design sono firmati dall’Atelier(s) Alfonso Femia e il paesaggio dall’architetto Michelangelo Pugliese.

Il progetto di Milano 3.0

Situato lungo la direttrice Nord-Ovest/Sud-Est, l’intervento prevede la realizzazione di sei edifici per un totale di circa 260 appartamenti di varie dimensioni dal monolocale fino al plurilocale, tutti con spazi interni ed esterni.

Oltre agli appartamenti, tra i servizi offerti agli inquilini di Milano 3.0 vi saranno una conciergerie con videosorveglianza, una locker room dove ricevere le consegne a domicilio in tutta sicurezza, un’accogliente area polifunzionale con vista sul lago, un’area fitness indoor e outdoor, un’area giochi per i bambini, uno spazio per attività aggregative e locali riservati al deposito di biciclette e passeggini.

milano 3

L’edificio si contraddistingue per il rivestimento ceramico diamantato delle facciate, segno distintivo dell’architetto Alfonso Femia e ispirato dal contesto naturale nel quale è immerso. Questa scelta architettonica dona allo sviluppo una veste moderna e tridimensionale, contribuendo a enfatizzare il dialogo tra i nuovi edifici e il costruito, con una suggestiva simulazione di movimento.

La composizione delle facciate si esprime inoltre attraverso un’equilibrata distribuzione di terrazze, logge e bow-window vetrati, che valorizzano gli spazi interni e permettono inoltre agli inquilini di godere al massimo della bellezza e della qualità del panorama in ogni stagione.

Per quanto riguarda gli interni, invece, sono stati scelti nomi di rilievo tra i quali vi sono: Listone Giordano, Gessi, Lualdi, Florim, Cesana e BTicino.

Ad arricchire ulteriormente il progetto gli ampi spazi esterni, composti da parchi alberati, prati ornamentali, specchi d’acqua e percorsi ciclopedonali immersi e integrati con il verde di Milano 3.

L’iniziativa è promossa da DeA Capital Real Estate SGR S.p.A. con il Fondo HighGarden, il cui principale investitore è il fondo Orion European Real Estate Fund V. Il ruolo di advisor e partner commerciale del progetto è affidato a Dils.