Architettura

La dimora alpina di studio wok a Bormio

Febbraio 26, 2021
Avatar

scritto da:

La dimora alpina di studio wok a Bormio

 

Una casa progettata per accogliere amici e familiari, situata ai piedi del monte Reit in un tipico edificio alpino costruito alla fine degli Anni Settanta: è questo l’ultimo progetto curato da studio wok a Bormio per una giovane famiglia che ama il paesaggio di montagna.

Nell’appartamento, articolato su circa 75 metri quadri, la demolizione di tutte le partizioni interne ha permesso una nuova definizione dello spazio attraverso la creazione di tre volumi: questi, costruiti interamente a secco e in legno, racchiudono tutte le armadiature fisse ed i servizi igienici, permettendo così di stabilire le gerarchie dei vari ambienti della casa che si susseguono in maniera fluida, senza avere una distinzione netta tra di loro.

Lo spazio può essere rimodulato grazie a dei pannelli scorrevoli e la posizione dei volumi consente inoltre alla luce, proveniente dalle numerose finestre, di diventare elemento fondante dell’architettura e delle sue atmosfere, a partire dall’ingresso, uno spazio raccolto con panca, scarpiera e armadi tecnici.

La zona giorno è inondata dalla luce e della vista proveniente dalle quattro finestre affacciate a sud-est e sud-ovest; la cucina è a vista ma integrata in uno dei volumi in legno, mentre il mobile buffet, così come il tavolo con una lunga panca permettono di vivere lo spazio in maniera molto conviviale.

La camera matrimoniale è semplice ed essenziale e con un piccolo bagno dedicato; la seconda camera è invece caratterizzata dalla presenza di una calda ed accogliente nicchia tutta rivestita in legno che ricorda un rifugio alpino e dove trova posto un letto a castello con un altro estraibile.

I materiali scelti da studio wok sono tutti di origine locale: il pavimento è in legno di larice mentre la pietra utilizzata nel pavimento di ingresso, nei bagni e per i piani cucina è il Serpentino Verde; protagonista della casa, non solo per il suo profumo intenso, è il legno di cirmolo (pino cembro) utilizzato per tutti gli arredi disegnati e realizzati su misura, per le cornici delle finestre e per i rivestimenti a parete e soffitto.

A leggero contrasto con le tinte delicate dei legni di cirmolo e larice si inseriscono infine le porte scorrevoli e il mobile buffet della cucina dipinte di colore verde che, insieme al Serpentino, completano una palette minimale ma con un sapore caldo e accogliente tipico delle case in montagna.