Architettura

The Pod, la caffetteria “ready to use” di Modourbano ai tempi del COVID

Marzo 5, 2021
Avatar

scritto da:

The Pod, la caffetteria “ready to use” di Modourbano ai tempi del COVID

 

Negli ultimi mesi la pandemia globale ci ha costretto a modificare le nostre abitudini e a riconfigurare ogni aspetto del quotidiano, tra nuove regole e soluzioni ingegnose.

Per aiutarci con queste ultime, fortunatamente, sono intervenuti architetti e progettisti, per mestiere preparati ad affrontare e indirizzare il cambiamento: è ciò che ha fatto lo studio di architettura milanese Modourbano con il gruppo Peabodys Coffee creando The Pod, un’unità caffetteria completamente autonoma da installarsi all’interno delle strutture sanitarie ed ospedaliere con tempi, costi e modalità semplificate.

Già autore delle caffetterie Peabodys in Gran Bretagna, in questo caso Modourbano ha progettato The Pod adeguando il progetto alle misure di sicurezza imposte dall’evento pandemico e dal distanziamento sociale: tecnologie cashless e contactless, grafiche di segnalazione della coda con i clienti due metri l’uno dall’altro, totem per l’igienizzazione e schermi protettivi per gli operatori che lavorano all’interno.

The Pod è quindi un modulo compatto dal design minimale, allestibile in 24 ore, che riflette perfettamente il servizio affidabile, di alta qualità che si svolge al suo interno.

Inoltre, il concept delle caffetterie Peabodys viene declinato ulteriormente: il cliente ritrova il calore del legno, un’atmosfera minimale che è allo stesso tempo domestica e familiare e che si allontana dall’immagine fredda degli spazi ospedalieri e sanitari; gli stessi materiali si ritrovano anche sul bancone principale e sui complementi d’arredo, tavoli, accessori e totem.

Mentre il modulo da interni è completamente realizzato in legno, la versione outdoor è basata sulla struttura metallica di un container; le unità contengono tutto il necessario per servire i propri clienti: macchina per caffè espresso, macinacaffè, boiler, forno ad alta velocità, frigorifero e congelatore sottopiano, macchina per il ghiaccio, frullatori, bollitore per zuppa, vetrina refrigerata, lavello per utensili, eccetera.

Le dimensioni compatte sono “ready to use” attraverso la disponibilità dei servizi minimi richiesti e possono essere comodamente installate in sole 24 ore, come detto, richiedendo una semplice alimentazione elettrica per funzionare.

Ad integrazione del modulo principale sono affiancati infine i distributori automatici di cibi caldi di alta qualità disponibili 24/7 per il personale sanitario e i fruitori degli spazi ospedalieri, particolarmente utili nelle aree protette dove il personale non può spostarsi facilmente tra i reparti per accedere a cibi caldi.

La creatività degli architetti si pone così al servizio delle esigenze contemporanee, con l’obiettivo di migliorare la qualità della vita e del lavoro in questa fase così complessa.