Architettura

Valtorta 52, spazi flessibili e materiali innovativi per il nuovo progetto di Park Associati

Settembre 23, 2022

scritto da:

Valtorta 52, spazi flessibili e materiali innovativi per il nuovo progetto di Park Associati

 

Spazi flessibili e materiali innovativi. Sono questi i pilastri su cui si fonda il progetto Valtorta 52, con il quale lo studio di architettura Park Associati ha recuperato e rigenerato parte di un complesso per uffici risalente agli anni ’60 e situato in un quartiere in forte trasformazione della zona nord di Milano.

L’intervento di hard retrofitting grazie al ripensamento completo della facciata e alla redistribuzione interna, riesce, con pochissime demolizioni, a realizzare un edificio flessibile, elegante, ricercato nei materiali, in rapporto con il contesto.

L’involucro esistente è totalmente sostituito con la creazione di un quarto piano, arretrato rispetto alla facciata, che diventa un nuovo spazio per uffici con una terrazza verde su tutto il perimetro.

La geometria della facciata si dinamizza dal punto di vista tridimensionale, ma il linguaggio che più la caratterizza è l’estrema regolarità ed eleganza del disegno. Al fine di renderla più slanciata, le superfici opache sono ridotte e i fronti rivestiti di pelle vetrata. La scansione verticale è data da elementi prismatici su misura, in estruso di alluminio, che movimentano la superficie pur nella pulizia delle forme.

Il metallo, oltre a beneficiare di una vasta gamma di formati e lavorazioni possibili, resiste al tempo, contribuisce a dare all’edificio un carattere contemporaneo e riflette il carattere industriale radicato nell’area. La fibra di carbonio usata per le strutture e il laminam, composto da due strati di ceramica molto sottili ma estremamente resistenti, per ricoprire la facciata a piano terra, sono altri elementi di innovazione nei materiali che concorrono alla leggerezza e versatilità dell’edificio.

L’edificio si sviluppa sull’angolo tra due strade e porta su entrambi gli affacci la sua nuova veste aperta, con quattro piani che possono essere occupati in versione mono o pluritenant. Gli uffici godono di luce, ampiezza, di un terrazzo verde al primo piano e del giardino pensile all’ultimo.

Infine, il progetto Valtorta 52 è iscritto al protocollo di certificazione di sostenibilità degli edifici LEED, classe Core and Shell, perché dalla sostenibilità non si può prescindere.