Architettura

Vittoria hub, l’incubatore d’innovazione progettato da DEGW

Luglio 28, 2020
Avatar

scritto da:

Vittoria hub, l’incubatore d’innovazione progettato da DEGW

 

Incubatore di open innovation, spazio di lavoro altamente qualificato, luogo nato per favorire la circolazione delle idee e la crescita di nuovi modelli di business: tutto questo è Vittoria hub, il programma ideato all’interno del Parco Vittoria Business Center, in prossimità dell’headquarter di Vittoria Assicurazioni, a Milano.

DEGW, brand del Gruppo Lombardini22 dedicato al workplace, ha concepito e progettato Vittoria hub come uno spazio moderno e flessibile, che agevola la collaborazione e la crescita delle start-up e che abilita nuove modalità di lavoro fondate sui tre valori del progetto: l’eccellenza, la collaborazione e la co-creazione.

La superficie di 630 mq prevede spazi di lavoro e collaborazione flessibili e moderni, in cui le diverse aree offrono una serie di servizi condivisi, funzionali al lavoro di tutti i giorni, per supportare la relazione tra le start-up e i partner del programma e spazi comuni pensati per favorire lo scambio di idee e di esperienze e stimolare la contaminazione culturale.

L’open-space è circondato da aree di supporto concepite per le esigenze di concentrazione e di lavoro individuale, per meeting e riunioni riservate: la trasparenza connota questi spazi attraverso l’uso di pareti vetrate con struttura metallica a vista in stile industrial, mentre l’ambiente centrale aperto è protetto da un sistema di binari sospesi dotati di pannelli fonoassorbenti scorrevoli e scrivibili in laminato e in tessuto.

Gli ospiti sono accolti dalla reception progettata da DEGW in bianco e nero in materiale ligneo di prima qualità laccato, sormontato da strutture metalliche blu custom che diventano dei veri e propri contenitori di luci e verde naturale.

Ai classici tavoli fissi si affiancano tavoli pentagonali riconfigurabili che formano le “team area”, le zone dedicate al lavoro collaborativo, illuminate da lampade pedinate puntuali con cupole in tessuto acustico di Ateljé Lyktan.

Il pavimento è in vinilico effetto legno con inserti di moquette grigia negli spazi chiusi, nella zona reception e presso il presentation pad: lo spazio di confronto allestito con tavolo alto e sgabelli e schermo integrato nel mobile a libreria.

Gli impianti sono dipinti di nero e lasciati a vista per amplificare la percezione di laboratorio creativo insieme al rivestimento acustico del soffitto in legno magnesite; nero è anche il sistema di illuminazione a maglia su binari di Delta Light che illumina l’open-space.

Gli arredi custom progettati da DEGW – gli armadi, le librerie, il banco reception, le strutture metalliche per lampade e piante – sono invece realizzati da Ferrari Arredamenti.

L’esterno, chiuso da una struttura reticolare metallica bianca, racchiude poi uno spazio, di circa 260 mq, concepito come agorà dove sono previste diverse aree studiate per altrettante funzioni come punti ricreativi e aree relax.

Alessandro Adamo, Director DEGW e Partner Lombardini22, descrive così il progetto:

Abbiamo affrontato una sfida così importante creando uno spazio che morfologicamente, insieme a un uso attento di materiali e colori, aiutasse la connessione, la creazione e lo scambio veloce di informazioni. Lo space planning e il design sono funzionali, orientati al dinamismo e contribuiscono a connotare il carattere fertile per la creazione di idee. Un hub di connessione dove lo spirito di squadra, il senso di appartenenza e la condivisione sono il vero valore per le persone che lo abiteranno”.