#dontstopdesign Design

Inaugurato il nuovo ADI Design Museum – Compasso d’Oro a Milano

Maggio 26, 2021

scritto da:

Inaugurato il nuovo ADI Design Museum – Compasso d’Oro a Milano

 

È stato finalmente inaugurato lo scorso martedì 25 maggio il nuovo ADI Design Museum Compasso d’Oro, alla presenza del Presidente ADI, Luciano Galimberti, del Presidente di Fondazione ADI, Umberto Cabini, del Ministro della Cultura on. Dario Franceschini, del Presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana, dell’Ass. regionale alla Cultura Stefano Bruno Galli e del Sindaco di Milano Giuseppe Sala.

“È sempre un giorno di festa quando apre un nuovo Museo – ha dichiarato l’On. Dario Franceschini, – ma dopo questo anno,  diventa quasi un simbolo di ripartenza non solo per Milano ma per il Paese intero che ha un grande bisogno di respirare cultura. Oggi noi siamo qui a ribadirlo attraverso questa apertura. L’Italia nei momenti di difficoltà ha sempre dimostrato una grande capacità di reazione e sarà così anche con il prossimo futuro.”

“Il nostro museo è un esempio virtuoso di collaborazione tra Istituzioni Pubbliche e privati – ha affermato Luciano Galimberti, Presidente ADI – che in un dialogo costruttivo e concreto, hanno saputo unire l’importanza della conservazione del patrimonio culturale con quella della sua valorizzazione e condivisione. Un museo autogenerativo, che si rinnoverà costantemente, ma soprattutto che propone il superamento del percorso temporale lineare, affiancandolo a percorsi che pongono temi, storie, personalità, in una dialettica attorno alla contemporaneità. Sono orgoglioso di questo risultato che è stato reso possibile grazie all’impegno e alla fiducia di tutti i soci.”

L’inaugurazione di oggi è un risultato importante per ADI e Fondazione ADI, credo non esista modo migliore per festeggiare i 20 anni della Fondazione che ricadono proprio quest’anno – ha dichiarato il Presidente Fondazione ADI, Umberto Cabini -. Il nostro è un museo con responsabilità che vanno oltre i confini associativi e con un impegno verso la collettività, così come verso la comunità del Made in Italy. Si rivolge infatti al mondo dei progettisti e delle imprese che credono nella fatica e nel lavoro, che produce oggetti e risposte alle domande e ai bisogni, ma anche al mondo dei giovani, delle famiglie, delle scuole e università, dei turisti e degli appassionati”.

Queste sono solo alcune delle dichiarazioni che le istituzioni hanno voluto rilasciare in sede di inaugurazione, per sottolineare il valore di rinascita per la città e per l’Italia dell’apertura di un polo culturale importante come questo.

Dopo la conferenza stampa, alla cerimonia di apertura tenutasi nel pomeriggio hanno partecipato autorità, stakeholders, partner e tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione di ADI Design Museum; le porte si sono aperte poi aperte ai Soci ADI e al pubblico.

IL MUSEO

Il Museo ospita la Collezione storica del Compasso d’Oro – composta dagli oggetti selezionati dal 1954 a oggi – e offre al pubblico ben 8 mostre di approfondimento multitemporale che si pongono in dialogo con la Collezione.

ADI Design Museum, aperto al pubblico dal martedì alla domenica, dalle 10.30 alle 20.00, vuole essere, infatti, non solo un luogo di incontro per la comunità del design, ma anche un punto di riferimento per il grande pubblico, che potrà comprendere maggiormente il vero significato e valore del design, attraverso i pezzi della collezione, l’innovativo format di proposta degli approfondimenti tematici, i convegni, i laboratori per i più giovani e gli eventi.

Inoltre, una peculiarità del Museo, il primo in Italia, è di non avere una biglietteria fisica: l’acquisto dei biglietti potrà essere fatto attraverso l’APP sviluppata con la partnership tecnica di Orbital Cultura – Gruppo Nexi, disponibile su Appstore e Google Play, oppure tramite sito e, infine, direttamente in loco tramite i mediatori culturali che utilizzeranno degli appositi POS messi a disposizione dal partner tecnologico.

Main Partner del Museo è Repower, principale sostenitore accanto agli altri partner che sono IED, Rinascente e Prosecco Doc, mentre i technical partners sono ATM e Clear Channel; in più, grazie al contributo di Fondazione Cariplo, il Museo accoglie gratuitamente tutti i giovani che abitano e studiano nei 15 minuti dal Museo.

All’interno del Museo, infine, il progetto Officina Design ospita il bookshop Officina Design Shop gestito in partnership con Electa e la caffetteria Officina Design Cafè gestita dal partner Chic Charming; Junior Design Lab è invece il laboratorio per i bambini in età scolare (6-14 anni) gestito da PACO Design Collaborative.

ADI Design Museum si configura così come un museo aperto e generativo, un hub del design che crea cultura celebrando l’eccellenza della creatività e dell’industria italiane. Da visitare assolutamente.