Design

La casa Azul di Paola Navone per Turri

Luglio 22, 2022

scritto da:

La casa Azul di Paola Navone per Turri

 

Prendendo ispirazione da Yves Klein, che ha creato la più perfetta espressione di blu, Turri presenta la Casa Azul, firmata da Paola Navone – OTTO Studio, anticipata al Salone del Mobile 2022.

Per questa capsule collection, Navone ha rielaborato la tradizione del marchio Turri lavorando sulle proporzioni e sulle dimensioni e sperimentando materiali e finiture.

Il blu lapislazzulo, intenso e raffinato, è l’elemento ricorrente di tutta la collezione, a partire dalla zona living in cui il divano Azul, dalla forma tradizionale, appare come un macro-intreccio in velluto blu, fatto rigorosamente a mano, che evoca le lavorazioni della moda.

Ad illuminare la zona giorno la lampada a sospensione fuori scala: la forma riprende quella delle classiche lanterne ma è volutamente, e ironicamente, ampliata nelle proporzioni. Anche i materiali usati sono reinterpretati in chiave contemporanea: il metacrilato viene definito dal frame grigio scuro che ne risalta la linea.

Dall’idea di un nastro che si intreccia nasce il tavolo da pranzo. La sua struttura leggera in tubolare di metallo blu cangiante, disegnando un nodo al centro, si apre in un movimento libero e sostiene il piano in marmo naturale da cui prende il nome l’intera collezione: il marmo azul.

Intorno al tavolo, accoglienti e conviviali, le poltroncine con braccioli sono immaginate in due versioni. Una più estrosa ed espressiva rivestita con macro intreccio di velluto imbottito che riprende lo stesso concetto del divano, in scala ridotta. L’altra più flessuosa e vestita in tessuto damascato dalle tonalità blu cangiante, mostra la particolare attenzione al dettaglio soprattutto nel piping in “scopettino” blu che ne evidenzia il profilo e nei grandi bottoni imbottiti che disegnano due occhi sullo schienale.

Oggetti inaspettati in bilico tra arte e design completano il progetto di interior design Casa Azul di Paola Navone per Turri, creando un’atmosfera davvero magica.