#dontstopdesign Design

Protek, l’innovazione oltre i controtelai: intervista al CEO Giovanni Maggioni

Ottobre 11, 2021

scritto da:

Protek, l’innovazione oltre i controtelai: intervista al CEO Giovanni Maggioni

 

Abituato a “pensare oltre”, come chiarisce il motto aziendale, Protek è un marchio che fin dalla sua nascita negli Anni Novanta in Brianza ha saputo distinguersi in un panorama altamente competitivo grazie a una proposta di controtelai per porte e finestre scorrevoli a scomparsa altamente innovativa. Lo testimoniano i numerosi brevetti depositati nel corso degli anni e la soddisfazione con cui architetti, posatori e privati scelgono i prodotti Protek, curati nel dettaglio e funzionali al punto da rispondere in modo rapido ed efficace alle esigenze dei clienti contemporanei. Per conoscere meglio il percorso di quest’azienda per molti versi unica nel suo genere abbiamo fatto una chiacchierata con il CEO Giovanni Maggioni, che ci ha raccontato qualcosa di più sul presente e sul futuro del mondo Protek.

Magic Box Domotika

La costante ricerca tecnologica, unita all’innovazione nel design, è un marchio di fabbrica dei controtelai Protek. Quali sono, da questo punto di vista, le caratteristiche che rendono le vostre soluzioni uniche sul mercato?

Nonostante il controtelaio esistesse già quando noi siamo nati, da subito abbiamo voluto offrire un prodotto che avesse delle caratteristiche tecniche innovative sia per chi lo utilizza sia per chi lo mette in opera. Volevamo che il prodotto fosse innanzitutto facile da montare, come dimostra una delle nostre primissime proposte, One Minute Setup, pensata per eliminare l’uso di viti, cacciaviti e simili utensili normalmente utilizzati da chi monta controtelai. Abbiamo scelto inoltre di progettare il controtelaio in modo performante e differente dal solito, senza rinunciare all’accessibilità economica: ad esempio, abbiamo introdotto doghe di rinforzo disposte in orizzontale anziché in verticale e fogli di acciaio di differenti spessori per garantire maggiore robustezza. Queste sono le caratteristiche che ci hanno permesso da subito di distinguerci sul mercato.

In seguito, sono nati altri prodotti finalizzati a risolvere problematiche tecnico-pratiche: cito Magic Box, un controtelaio che possiede già la predisposizione per le scatole elettriche e i passaggi per i tubi idraulici sul fianco del controtelaio. Stiamo parlando, tecnicamente, della presenza di tre canali coibentati e isolati, quindi molto sicuri, che consentono di dividere i cavi senza farli interferire gli uni con gli altri, il tutto generando un impianto funzionale che si autosostiene, utilissimo in caso di ambienti piccoli dove le pareti sono poche. Tutti questi aspetti tecnici fanno la differenza per i progettisti, che poi ne descrivono i vantaggi all’utilizzatore finale.

Bigfoot MyOffice

Fiore all’occhiello del catalogo Protek è senza dubbio il sistema brevettato Bigfoot, che permette di ottimizzare gli spazi disponibili in un modo mai visto prima. Come nasce questo progetto e in che cosa consiste concretamente?

Come suggerisce il nome, Bigfoot nasce inizialmente da una considerazione semplice: il fatto che un oggetto banale come una scarpiera difficilmente trova la forma e lo spazio giusti per essere inserita in un’abitazione, specie se di piccole dimensioni, dove è quindi necessario ottimizzare al massimo tutto lo spazio disponibile, compreso quello occupato dalle pareti. Così, con questa funzione, abbiamo immaginato di far uscire il Bigfoot dalla parete in veste di contraltare alla porta scorrevole, impiegando lo stesso vano.

Da lì sono poi nate altre declinazioni del Bigfoot: dopo la scarpiera sono arrivati il tavolo, il letto, l’asse da stiro. L’obiettivo è sempre quello di modificare l’ambiente in modo rapido e pratico, in sintonia con la vita di tutti noi, oggi così impegnata. Insomma, Bigfoot mette ordine dove c’è disordine: per questo è particolarmente adatto a contesti metropolitani in Italia e all’estero, dove il reddito è medio alto ma gli spazi a disposizione sono ridotti.

Bisogna poi dire che un prodotto come questo richiede un investimento sia in termini di ricerca e sviluppo sia in termini di comunicazione del prodotto: non a caso l’azienda si è avvalsa in questi anni di nuove professionalità come gli architetti, che sono in grado di spiegare l’utilità e la funzionalità di una proposta come questa.

Bigfoot – Hair salon

L’impegno di Protek per la sostenibilità e il rispetto dell’ambiente è valso all’azienda importanti riconoscimenti. Che cosa significa per voi essere un marchio green?

Noi siamo un marchio green a 360 gradi. Basti pensare che il nostro Headquarter, progettato 8 anni fa, è interamente in classe A, dotato di un impianto geotermico di riscaldamento e raffrescamento, il che dimostra la direzione dell’azienda fin dall’inizio, al di là del dibattito attuale.

Per quanto riguarda i prodotti, noi siamo stati i primi nel settore a utilizzare legno certificato e le nostre soluzioni sono 100% Made in Italy, il che significa anche scegliere fornitori locali, riducendo i costi di trasporto.

Stiamo inoltre per uscire con un nuovo controtelaio completamente riprogettato, in cui l’attenzione al riciclo e alla sostenibilità è ancora più elevata: sarà realizzato con il 100% di materiali riciclabili e con un processo produttivo 4.0, grazie all’impiego di macchinari ad alta tecnologia e a basso consumo. L’obiettivo è arrivare pronti sul mercato per aprile 2022, a dispetto delle attuali, innegabili difficoltà relative all’approvvigionamento delle materie prime, un problema che ha ripercussioni su scala globale.

Linear

A questo proposito, nonostante l’economia globale abbia subito di recente notevoli contraccolpi, Protek è un esempio di azienda in crescita, che continua a produrre, innovare e ampliare le proprie risorse. Quali sono i vostri prossimi obiettivi?

Stiamo investendo molto sia in termini di macchinari innovativi per la produzione sia in termini di prodotti innovativi in sé stessi, come per esempio il controtelaio senza stipiti Linear oppure la porta battente raso-parete, solo per citarne alcuni. Stiamo poi studiando una nuova serie dalle caratteristiche estetiche inedite e molto significative, ma non posso anticipare altro perché depositeremo il brevetto a breve.

Le prospettive sono assolutamente di crescita, tanto che abbiamo intenzione di ampliare la sede aziendale aggiungendo un’ulteriore unità produttiva. Nel medio periodo l’obiettivo è, come minimo, di raddoppiare il fatturato. Siamo molto ottimisti.