Design

SACHI Park St Restaurant, le sedute Pedrali tra Mediterraneo e Pacifico

Gennaio 26, 2022

scritto da:

SACHI Park St Restaurant, le sedute Pedrali tra Mediterraneo e Pacifico

 

A Giza, in Egitto, è possibile vivere un’esperienza culinaria sospesa tra il Mar Mediterraneo e l’Oceano Pacifico. Dove? Al SACHI Park St Restaurant, un luogo di condivisione in cui i piatti diventano sintesi di storie e di viaggi, firmato dallo studio di architettura Alchemy Design Studio.

Le sontuose sale, organizzate su due livelli, sono adornate con marmi pregiati e mosaici raffinati, con ampie vetrate e lampadari preziosi; in questo contesto, i 350 coperti, organizzati in modo da favorire la comunicazione tra i commensali, offrono sedute confortevoli e accoglienti, selezionate tra le più prestigiose collezioni Pedrali.

La collezione Ester, disegnata da Patrick Jouin, comprende poltrone e sgabelli di pelle, scelti nei toni del terracotta e del verde muschio con una raffinata gamba in pressofusione d’alluminio.

All’interno dello spazio spiccano poi le poltrone Jazz, accoglienti sedute imbottite con schienale curvato e avvolgente, separato dal sedile da un’apertura che le rende estremamente funzionali; le sedute sono sostenute da una leggera struttura in acciaio che ne garantisce il giusto equilibrio di proporzioni e spessori.

La collezione Laja, disegnata da Alessandro Busana, e le poltrone Gliss, disegnate da Claudio Dondoli e Marco Pocci, regalano ancora più colore e dinamismo alle sale, mentre al bar si sta seduti sugli sgabelli Babila, la collezione che si muove tra tradizione e innovazione firmata da Odo Fioravanti.

Le sedute Pedrali ci invitano così a un viaggio nel lusso e nel comfort, dal sapore esotico.