Design

Salone 2018, tutto quello che c’è da sapere sulla Milano Design Week

Febbraio 9, 2018

scritto da:

Salone 2018, tutto quello che c’è da sapere sulla Milano Design Week

Emozione, impresa, qualità, progetto, sistema, giovani, comunicazione, cultura, Milano. 

Nove parole, nove valori, nove pilastri per il Salone del Mobile.Milano 2018 che presenta così il suo primo Manifesto per riassumere e sottolineare i punti di forza e gli elementi di interconnessione dell’evento con la città, con l’obiettivo di dare seguito al processo di internazionalizzazione che entrambi hanno intrapreso, e consegnare alla comunità del design alcuni punti progettuali per il prossimo futuro. 

E tuttavia emozione è la prima parola, perché il Salone è prima di tutto entusiasmo, intraprendenza, positività, un sistema di connessioni, creatività e innovazione, un’esperienza globale che attira chi crea, innova, produce e compra, gli operatori ma anche coloro che sono fuori dal business del design, in tutto il mondo. 

In una settimana, confluiscono a Milano per l’evento oltre trecentomila persone, imprenditori, giornalisti, collezionisti, intellettuali, critici, designer, architetti, creativi, lavoratori della conoscenza, cultori del bello. Tutti vogliono essere a Milano, tutti vogliono essere protagonisti. 

Il successo del Salone del Mobile risiede nell’instancabile rete industriale alla sua base: un sistema produttivo nato dall’incontro tra imprenditori di piccole e grandi aziende da un lato, designer e architetti dall’altro, che insieme lavorano per creare e mostrare l’eccellenza. Oggi, però, per vincere la sfida globale, dobbiamo fare ancora di più: dobbiamo puntare sull’innovazione e sulla qualità sostenibile, sulla capacità di fare sistema e cultura, sulla volontà di condividere informazioni e valorizzare le nuove generazioni” afferma Claudio Luti, Presidente del Salone del Mobile. “Per questo, anche il Salone continua a rinnovarsi e a consolidare il suo legame con Milano. Il primo Manifesto è un impegno a fare sempre meglio e un invito a Milano, la città al centro di tutto, da dove è partito tutto, a fare rete, a crescere insieme; per moltiplicare la forza centripeta e attrattiva del Salone e consolidare la città in quel place to be irrinunciabile per i grandi brand, i loro progetti, le loro risorse umane ed economiche.” 

La 57a edizione del Salone del Mobile.Milano, che si svolgerà presso Rho Fiera Milano dal 17 al 22 aprile 2018, si preannuncia dunque come un nuovo punto di partenza, rappresentato proprio dal Manifesto: non solo un atto di affetto nei confronti della città e di tutti gli attori che ne hanno decretato il successo, ma soprattutto una dichiarazione di intenti che getta le basi di un nuovo modo di pensare, fare sistema e progetto e punta a obiettivi come qualità sostenibile, collaborazione, inclusione e condivisione, valorizzazione del talento dei giovani e del patrimonio culturale.

Quest’anno, inoltre, andrà in scena la 22a edizione di EuroCucina che si conferma l’appuntamento più importante e autorevole del settore, occasione d’incontro e confronto per le migliori aziende italiane ed estere del comparto, e momento unico per scoprire le nuove tendenze dello spazio più conviviale dell’abitare contemporaneo; l’affianca FTK (Technology For the Kitchen), suo completamento naturale e straordinaria rassegna della tecnologia, che c’è e che ci sarà, nel settore degli elettrodomestici da incasso. 

Ancora, il Salone Internazionale del Bagno si conferma una fiera in crescita e dinamica che, alla sua 7a edizione, vanta 228 espositori distribuiti su 20.600 metri quadrati: in un’area espositiva ampliata rispetto alla precedente edizione, andrà in scena così il meglio della produzione internazionale, dai mobili e accessori, alle cabine doccia e impianti sauna, dalla porcellana sanitaria ai radiatori, rivestimenti e rubinetteria, dalle vasche da bagno a quelle idromassaggio. 

Infine, il SaloneSatellite 2018: 21sima edizione per l’appuntamento più importante nel mondo del design dedicato ai giovani talenti, un’edizione per riflettere sul futuro del progetto a partire dalle sue origini e indagare il delicato equilibrio tra artigianato e nuove tecnologie. 

Quest’anno il tema, assegnato ai talenti selezionati, è “Africa / America Latina: Rising Design – Design Emergente”: l’obiettivo è quello di accendere i riflettori sul Sud del Mondo e sui bacini di creatività e design rappresentati da Africa e Asia, di cui darà testimonianza una mostra curata, per l’America Latina, dai fratelli Campana, Humberto e Fernando, progettisti da tempo attivi nel recupero sociale degli emarginati, e, per l’Africa, dal designer franco-marocchino Hicham Lahlou, fondatore dell’Africa Design Award & Days, impegnato nella promozione delle nuove generazioni di creativi africani. 

Sarà quindi un Salone ricco di presenze e progetti, che coinvolgerà oltre 205.000 mq di superficie netta espositiva e più di 2.000 espositori – di cui 650 i designer del SaloneSatellite – con un 22% di aziende estere

Grandi numeri ma anche grandi sorprese da scoprire, come la mostra-installazione creata dall’architetto Carlo Ratti nel cuore della città e ispirata alle quattro stagioni, che offre spunti di riflessione sull’abitare del domani e sul modo di rapportare la progettualità dello spazio interno con la natura dello spazio esterno. 

Stay tuned.