Design

Turri presenta Blues, il nuovo divano componibile firmato Giuseppe Viganò

Settembre 16, 2020
Avatar

scritto da:

Turri presenta Blues, il nuovo divano componibile firmato Giuseppe Viganò

 

Primo divano modulare e componibile ad entrare nel catalogo Turri, si chiama Blues il nuovo elemento d’arredo dallo stile assolutamente contemporaneo disegnato da Giuseppe Viganò nel 2020 per suggerire sensazioni di comfort, lusso, benessere ed eleganza.

Grazie all’ampia scelta di moduli, a partire dagli elementi centrali fino ad arrivare ai terminali o alle chaise longue, passando per gli elementi angolari e per i pouf, le possibilità di composizione sono ampie e rispondono a qualsiasi esigenza.

Anche nella sua versione “fissa”, il divano stupisce per l’essenzialità del design e al tempo stesso per la ricchezza dei dettagli: la base in legno di noce, regolare e lineare, è sorretta da piedini tubolari in metallo grigio antracite.

Ampi imbottiti, rivestiti in pelle o tessuto – gli stessi disponibili per la base – offrono una comoda seduta e un altrettanto comodo schienale; i braccioli bassi, che invitano a distendersi, sono impreziositi da dettagli in noce canaletto con inserti in metallo, così da creare continuità con i piedini.

Interessante la palette di colori: blu, tortora e marrone, sempre sobri ed eleganti, si alternano sui profili delle basi e degli imbottiti, sulle sedute, sugli schienali e sui cuscini, creando un delicato gioco di contrasti.

Con il divano Blues, un prodotto 100% Made in Italy, Turri pone attenzione alla funzionalità: la possibilità di combinare vari elementi consente già un grande margine di personalizzazione e cambiamento, ma bastano pochi dettagli per aumentare la fruibilità dello spazio attraverso un complemento d’arredo; ne è un esempio il tavolino integrato, disponibile con il pouf.

Infine, Giuseppe Viganò e Turri continueranno la loro promettente collaborazione per sviluppare l’intera collezione Blues in vista del Salone del Mobile 2021, confermando la volontà dell’azienda di presentarsi come protagonista indiscussa del gusto contemporaneo internazionale.