#dontstopdesign Design

Rivoluzione Ceramica: Luca Migliorini racconta Terratinta Group

Dicembre 2, 2020
Avatar

scritto da:

Rivoluzione Ceramica: Luca Migliorini racconta Terratinta Group

 

Stile, innovazione, sostenibilità: tre valori forti della contemporaneità che parlano sempre di più il linguaggio della ceramica, grazie all’impegno di Terratinta Group, azienda italiana con sede a Fiorano Modenese diventata in breve tempo un punto di riferimento sul mercato dei rivestimenti per ambienti interni ed esterni. L’interesse costante verso la ricerca e lo sviluppo di soluzioni inedite per bellezza estetica e performance funzionale si sposa da anni con l’attenzione al contesto in cui avviene la produzione, ponendo al centro il rispetto dell’ambiente e il benessere individuale e sociale delle persone. Della complessità di questo progetto raro e ambizioso abbiamo parlato con Luca Migliorini, CEO di Terratinta Group e ambasciatore entusiasta dell’identità del gruppo. Ecco che cosa ci ha raccontato.

Terratinta Group nasce nel 2017 e si afferma da subito come realtà leader nel settore della ceramica di alta gamma, arrivando oggi a comprendere diversi brand, ciascuno con la propria identità. Che cosa rende unico ogni marchio e quali sono invece i valori comuni?

Terratinta Group nasce inizialmente per centralizzare e semplificare la gestione dei primi due brand della nostra Azienda, Terratinta Ceramiche che nasce nel 2010 e Ceramica Magica che abbiamo acquisito nel 2014. Sotto questo nome poi si sono sviluppate altre idee di ceramica che abbiamo voluto portare avanti in autonomia, per offrire a ogni singolo brand una forte identità.

Terratinta è nato da subito con un forte focus sul design nordico, e in questo segmento di mercato siamo diventati ben presto punto di riferimento, offrendo un gres porcellanato da pavimento e rivestimento fortemente caratterizzato da linee di design, colori e concetti dal forte rimando allo stile scandinavo.

Ceramica Magica è invece un marchio della tradizione ceramica che rappresenta lo stile italiano, interpretando differenti materie naturali come marmo, pietra e legno, decodificando ogni anno le nuove tendenze del settore e attirando professionisti e consumatori che in tutto il mondo amano il Made in Italy

Nel 2018 nasce invece Sartoria, oggi brand in forte crescita, che interpreta le ultime tendenze dell’interior design sviluppando la ceramica in forma decorativa e dando grande importanza al colore, specialmente in piccolo formato.

Nel 2019 abbiamo accolto nel gruppo il marchio Micro., brand dalla forte identità e apprezzato dagli architetti e professionisti, che riscopre e reinterpreta, attraverso le nuove tecnologie e attraverso un art direction dedicata, materiali appartenenti alla nostra tradizione nelle finiture degli anni ‘60 e ‘70. Il tutto con una palette di 13 colori che è il filo conduttore di questo brand davvero innovativo.

Tutti i marchi hanno quindi una loro identità differente, ma rimangono uniti dalla fortissima passione per la materia ceramica e dal desiderio di ricercare innovazione sul prodotto e su come comunicarlo.

Da qualche anno ormai Terratinta Group ha scelto di percorrere con decisione la strada della sostenibilità. Quali sono le tappe di questo percorso? Quale sarà la prossima sfida?

La sostenibilità è un tema che mi appassiona perché incide sulla vita privata dei nostri collaboratori e delle nostre famiglie. Vogliamo essere qualcosa in più di un’azienda che genera profitto, cercando un impatto positivo sul nostro territorio attraverso comportamenti positivi verso i nostri stakeholders.

Partendo da piccoli passi vogliamo offrire uno spunto di riflessione e un esempio positivo da seguire, sapendo che non ci sono interessi economici da perseguire con queste azioni, ma c’è in gioco qualcosa di forse molto più importante.

Sistemi di welfare innovativi all’interno dell’azienda, il plastic free in azienda, l’utilizzo di energia proveniente da fonti rinnovabili, essere azienda Carbon neutral per quanto riguarda le emissioni dirette emesse all’interno dell’azienda, l’aiuto sul territorio attraverso i Community day e le sponsorizzazioni, sono alcuni dei primi piccoli passi effettuati.

Ogni nostra scelta in questo senso è stata certificata pubblicamente, e abbiamo voluto sottolineare che non si tratta di azioni sporadiche ma di un impegno per il futuro anche attraverso un cambio di statuto che ci ha portato a essere Società Benefit, mettendo nero su bianco la nostra nuova mission.

I prossimi step sono due: lavorare per diventare parte di “Bcorp”, comunità di aziende con l’obiettivo di portare avanti un modello di business evoluto e innovativo che vuole portare impatti positivi sull’ambiente, per il beneficio di tutti, e in secondo luogo compensare le emissioni dirette di CO2 realizzate dai nostri collaboratori all’esterno dell’azienda.

Le conseguenze della pandemia globale hanno reso il 2020 un anno complicato per molte aziende. Come ha reagito Terratinta Group?

Possiamo dire alla fine di quest’anno di essere un’azienda più forte. Il business ha retto lo stress test, ma soprattutto abbiamo avuto un’ulteriore prova di avere all’interno un team di collaboratori di cui sono orgoglioso, e un parco clienti e fornitori che ci ha seguito e dato grande coraggio anche nelle settimane più difficili.

È ancora presto per pensare alla “normalità”, le sfide sono giornaliere, l’incertezza è tanta, ma sono felice dei valori che contraddistinguono Terratinta Group e che fin qui ci hanno aiutato a rimanere positivi sul futuro continuando ad investire.

Dal punto di vista del prodotto, quali sono le novità su cui state lavorando e che vedremo nei prossimi mesi? Quali sono gli obiettivi di mercato che vi proponete di raggiungere?

Le novità di prodotto riguarderanno a inizio 2021 in particolare Sartoria e Micro, che continueranno a sorprendere con progetti innovativi, legati ad interpretazioni del piccolo formato, proseguendo a sviluppare le rispettive identità.

Per Terratinta invece nel 2021 avremo un ritorno alle origini con un progetto fortemente rivolto al Nord Europa, che siamo convinti continuerà a dare grande risalto a un’identità unica nel panorama internazionale: uno stile ceramico proiettato a uno stile nordico.

Gli obiettivi principali sono quelli di continuare a crescere e far conoscere il nostro gruppo all’interno del mercato italiano, e proseguire il nostro dialogo e collaborazioni con tutti i nostri partner all’estero.