Architettura

Soluzione Microliving: a Milano apre il primo City Pop italiano

Gennaio 17, 2023

scritto da:

Soluzione Microliving: a Milano apre il primo City Pop italiano

 

Flessibilità, velocità, internazionalità. Pe necessità o per vocazione, le nuove generazioni hanno valori diversi rispetto ai loro genitori: viaggiano, svolgono lavori “agili”, cavalcano i cambiamenti del mondo contemporaneo e cercano soluzioni abitative che le accompagnino nel loro percorso.

Per questo ad affermarsi sempre di più sono nuovi format, come il microliving: appartamenti ottimizzati in termini di spazio, situati in posizioni centrali e ben collegate, da vivere per brevi e lunghi periodi puntando su condivisione e servizi smart.

Intercettando alla perfezione questo trend, dopo una serie di aperture di successo in Svizzera, Artisa Developer Italia ha presentato di recente il primo City Pop italiano, cioè un complesso di 260 appartamenti microliving completamente arredati e destinati agli affitti di breve-media durata situato in viale Monza 137 a Milano, nei pressi della fermata Turro della MM1.

Il progetto, che è firmato da Lombardini22 per gli esterni e da Artisa Architektur AG per gli interni, prevede la completa riqualificazione di un vecchio stabile di 15.000 mq ora destinato ad ospitare monolocali e bilocali, oltre a spazi ricreativi e commerciali e posti auto a disposizione degli inquilini. La conclusione dei lavori è prevista per il 2024.

ARTISA – CITYPOP VIALE MONZA esterno ovest

GLI ESTERNI

L’intervento di L22 Edu, la business unit di Lombardini22 dedicata a Education e Student housing, prevede una riqualificazione complessiva dell’edificio esistente, molto frammentato, puntando sulla costruzione di un sopralzo di cinque piani, saldato armonicamente con il volume esistente per conferire continuità alla facciata e unità all’architettura. Un’operazione analoga avviene sul fronte interno dell’edificio, con la composizione volumetrica della struttura modificata attraverso una demolizione parziale e una ricostruzione in sopraelevazione.

Le facciate vengono completamente rimodellate: affacci finestrati più ampi si alternano a spazi esterni per tutte le unità residenziali, con un’alternanza di pieni e vuoti, logge e partizioni opache, armonizzata dalla cura delle proporzioni e dalla presenza di elementi frangisole verticali e parapetti in lamiera microforata. Per il piano terra, rivestito in Ceppo di Gré, è stato invece mantenuto il fronte commerciale con piccole e medie strutture di vendita.

Al piano terreno trova spazio un giardino interno di 2.000 mq, nel quale zone verdi piantumate a prato e arbusti si alternano ad aree pavimentate e pensate come “piazzette”, con panchine disposte lungo il perimetro per favorire l’aggregazione fra gli inquilini, mentre ai piani superiori le coperture generate dalle sottrazioni volumetriche danno vita alle terrazze condominiali, intese come veri e propri giardini pensili.

Infine, particolare attenzione è stata dedicata in fase progettuale alla riqualificazione ambientale ed energetica delle strutture e degli impianti, attraverso una serie di interventi: dalla coibentazione delle murature esterne al rifacimento dei serramenti, fino all’utilizzo di pompe di calore, di pannelli solari per la produzione di acqua calda sanitaria e di pannelli fotovoltaici per quella di energia elettrica.

ARTISA – CITYPOP VIALE MONZA – Apartment

GLI APPARTAMENTI

Il primo City Pop italiano ospiterà 260 appartamenti, progettati ed allestiti per vivere, non solo per soggiornarvi, con tagli che vanno dai monolocali di 28 mq ai bilocali di 33 mq. Questi ultimi dispongono di bagno, ripostiglio e di una cucina in nicchia; una parete attrezzata separa la zona living, con divano e televisione, dalla zona notte, con letto matrimoniale e armadio. Per i monolocali sono state invece studiate due differenti planimetrie: alcuni hanno uno sviluppo lineare che li segmenta in tre macroaree (ingresso/disimpegno dove trova spazio il bagno; zona cucina con angolo cottura e ripostiglio; area living/notte con divano letto), mentre negli altri, dopo l’ingresso e il bagno, le diverse funzioni si sviluppano in unico ambiente.

Grazie ad approfonditi studi di neuroarchitettura, i metri quadri di ogni appartamento sono stati ottimizzati per rendere il più possibile confortevole il soggiorno degli ospiti; l’arredamento interno è pulito e lineare, con cromie tenui scelte grazie ad un accurato studio del colore; i materiali utilizzati sono di elevata qualità e grande attenzione è stata dedicata all’illuminazione e al comfort acustico e igrometrico.

Inoltre, in sintonia con le nuove esigenze dell’abitare emerse dalla pandemia, tutti gli appartamenti dispongono di uno spazio esterno privato: quelli al piano terra, oltre ad avere un loggiato, si affacciano su un giardino di 11 mq, mentre quelli ai piani superiori sono dotati di un balcone di 3 mq. Il ricambio continuo dell’aria, e quindi la salubrità degli appartamenti, è garantito da un impianto centralizzato di ventilazione meccanica.

GLI SPAZI COMUNI

L’interazione tra gli ospiti e la collaborazione sono valori fondamentali nelle strutture City Pop: per questo, il complesso di Viale Monza prevede al piano interrato una sala fitness e una sala musica insonorizzata; al piano terra, oltre al deposito biciclette e alla lavanderia, si apre una sala multiuso di 250 mq, con ampie vetrate sul giardino interno e isole per il coworking e il cocooking, una zona lounge, una sala movie da 18 posti e un’area play con tavolo da ping pong e calcio balilla. Il primo piano, infine, ospita una meditation room, con cuscini, divanetti, tatami e pareti di bambù.

ARTISA – CITYPOP VIALE MONZA esterno

IL CONCEPT CITY POP

Il format prevede appartamenti microliving completamente arredati e dotati di tutti i comfort, a metà tra l’hospitality di un albergo a 4 stelle e il residenziale classico, ideali per gli affitti di breve-media durata a lavoratori in trasferta, studenti, giovani coppie e anziani smart. In particolare, CityPop si fonda sull’innovativo concetto abitativo House as a Service, in grado di offrire una vasta gamma di servizi “on demand” prenotabili e gestibili tramite un’app dedicata ed un servizio assistenza 24/7. L’app consente agli utenti di prenotare e gestire in totale autonomia il contratto d’affitto, gli spazi comuni e non solo: dai posteggi alla mobilità condivisa (auto e bici), dalle consegne di pasti a domicilio ai servizi di lavanderia professionale e di pulizia dell’appartamento, fino all’assistenza h24 grazie al sistema di ticketing presente nell’app. La funzione Pop meet, una “chat di casa” facilita infine il contatto con gli altri inquilini mentre la sezione Around You mostra le occasioni e i locali di svago nel quartiere.

CITY POP NON SI FERMA

Oltre a quello di viale Monza, sempre a Milano in via Alzaia del Naviglio Grande 118 sarà avviato il cantiere di un secondo City Pop, con 109 appartamenti. In Europa sono in programma altri 11 City Pop a Basilea, Francoforte, Ginevra, Praga, L’Aia, Berlino, Losanna, San Gallo, Baden, oltre a due a Zurigo, per un totale di oltre 3.000 appartamenti.